Beauty & Wellness

Yoga for kids

01/12/2016

Yoga? Un gioco da ragazzi!

 

“Se ad ogni bambino di otto anni venisse insegnata la meditazione, riusciremmo ad eliminare la violenza nel mondo entro una generazione”. (Dalai Lama)

Se ogni genitore, ogni adulto riflettesse su questa frase si troverebbe di certo d’accordo nell’affermare che praticare yoga sin dalla più tenera età rappresenti un’opportunità.
Per i piccoli e anche per i grandi.
Lo yoga, introdotto nell’universo infantile, permette ai piccoli di crescere meglio, costruendo un’importante consapevolezza di sé e degli altri, giocando ed interagendo secondo i canoni più tipici del mondo dei bimbi. 
Pensare di adattare lo yoga tradizionale ad un mondo piccolo è un errore grossolano: i bambini naturalmente giocano e si muovono e queste sono le fondamenta su cui costruire la pratica dedicata ai più piccoli. Non delle semplici asana riadattate ma posizioni selezionate, che comprendano anche e soprattutto lavori in coppia o in gruppo. E ancora respirazione, musica, danza. Momenti di delicata introspezione alternati ad altri di socializzazione.

 

 

“Yoga significa unire”, è illuminante il libro “Yoga for children”, scritto da due allievi di B.K.S Iyengar, i quali dopo aver osservato i problemi e le difficoltà specifiche dei bambini nella pratica, hanno deciso di redigere una guida, per genitori e insegnanti, che potesse aiutarli ad educare e motivare i piccoli a migliorare la loro salute fisica e mentale.
L’infanzia è un processo continuo di cambiamento, dalla fragilità alla forza, dall’immaturità alla maturità, dalla semplicità alla complessità: i bambini devono iniziare ad imparare le asanas giocando, amano gli animali la natura e sono particolarmente attratti dalle posizioni ispirate a questi.
Stress, ansia e velocità sono elementi imprescindibili anche della vita dei più piccoli e lo yoga li aiuta a ritrovare il loro equilibrio ad aumentare la loro capacità di rilassarsi e concentrarsi, gestendo più serenamente pensieri ed emozioni.

La pratica insegna ai più piccoli ad acquisire alcune delle posizioni fondamentali, rendendoli consapevoli del loro corpo e allo stesso tempo li avvicina ad alcuni principi dello yoga come YAMA, indica la non violenza, la verità, l’autocontrollo, il non rubare, la generosità. E ancora NIYAMA:pulizia, sapessi accontentare, impegno, studio e fede.

Ma da che età è consigliato lo yoga?

I fondamenti possono essere insegnati sin dalla nascita ma dai tre anni in poi, quando i bambini riescono a controllare un po’ meglio corpo ed emozioni, la pratica può avere dei benefici molto evidenti.
Molte scuole, a partire dalle scuole d’infanzia stanno introducendo laboratori di yoga, al fine di indirizzare i bambini a gestire le emozioni e a gettare le basi per affrontare problemi più importanti come il bullismo.
Numerose le realtà che stanno dando spazio allo yoga per bambini e allo yoga per le famiglie, in modo da coinvolgere grandi e piccini in una pratica salutare per corpo e mente.

Controllate tra le attività consigliate da mumadvisor, nella sezione piscine e Sport per trovare la disponibilità di corsi e laboratori nella vostra città!

A cura di Serena Muzio | Mumadvisor Roma

SCRIVI UNA RECENSIONE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy