Mum's Life

Chiusi in casa? 4 idee creative per far divertire i bambini

27/02/2020

Che sia per colpa del Coronavirus, o per il maltempo o di una semplice influenza stagionale, può capitare di dover stare in chiusi in casa per qualche giorno con i bambini. E che cosa ci si inventa per intrattenerli?

Come si dice, quando il gioco si fa duro: i duri cominciano a giocare! E si mums, perché questa settimana particolare ci sta mettendo a dura prova.  I primi giorni sono stati un po’ di “assestamento” per tutti e i bambini si sono goduti la novità di questi giorni di vacanza inaspettata , magari godendosi gli adorati nonni un pochino più del solito. Ma dopo aver fatto una bella scorpacciata di cartoni, due tiri a pallone in giardino e giocato un po’ con playstation e tablet … arrivati a giovedì, bisogna ammettere,  la creatività di noi genitori comincia a vacillare un pochino. Come intrattenere i bimbi costretti a casa senza farli annoiare e trasformare in leoni in gabbia?

Ci siamo messe nelle mani di alcune esperte del Centro Pedagogico Dimanda di Lissone, nostro partner, che ci ha fornito quattro spunti davvero interessati per trasformare queste interminabili ore a casa con i nostri piccoli, in momenti di divertimento e condivisione.

 

Mani in pasta per giocare e modellare

Si sa, più possono pasticciare e più si divertono. E allora, visto che questi giorni di ‘reclusione’ casalinga sono noiosi un po’ per tutti, perché non dare libero sfogo alla fantasia dei piccoli giocando un po’ con la pasta modellabile? Lasciamoci coinvolgere e trasformiamo questo momento di gioco, in un momento di condivisione.

Il Centro Psicopedagogico Dimanda ci dà una ricetta naturale, atossica, facile e veloce per preparare una pasta modellabile con il bicarbonato. Diversa dalla pasta di sale per consistenza e facilità di manipolazione. Al tatto risulta più morbida ed omogenea, meno appiccicosa, quindi adatta anche alle manine più “schizzinose”. E non necessita di cottura per “seccarsi”!

Ecco a voi ingredienti e fasi di preparazione.

  • 2 tazze di bicarbonato
  • 1 tazza di maizena
  • 1 tazza abbondante di acqua

Procedimento:

  • Mescolare gli ingredienti in una casseruola a fuoco basso
  • Continuare a mescolare fino a che non inizia ad addensarsi e staccarsi dai bordi della casseruola.
  • Spegnere il fuoco, lasciare raffreddare e ammorbidire, modellandola

In casa non avete gli stampi per creare delle forme?

Non vi preoccupate! Provate a giocare con i vostri bimbi, proponendo loro l’utilizzo di materiale destrutturato: tappi, cannucce, abbassalingua… ne nasceranno opere d’arte originali e insolite!

E se non avete gli ingredienti per la pasta di bicarbonato? Potrete sbizzarrirvi con la semplice pasta di sale: farina, sale fino (in parti uguali) e acqua: mescolare fino ad ottenere una consistenza modellabile (io la preparo sempre ad occhio… è molto facile)

 

Leggiamo un libro insieme

La lettura non è un’ attività fine a se stessa: è una preziosa occasione per rallentare il ritmo, prendersi del tempo insieme,  creare situazioni piacevoli, sollecitare motivazioni, veicolare importanti aspetti emotivi e cognitivi. Quindi: via i cellulari, spenta la tv! Dedichiamoci attenzioni, sguardi; utilizziamo il corpo e la voce per creare per i nostri piccoli un momento di tenerezza e accudimento, ma anche di divertimento, stimolo e curiosità.

Il libro può essere proposto ai bambini in modo diverso a seconda dell’età:

  • il bambino sotto i 12 mesi usa il libro come un oggetto o un giocattolo da sperimentare e inizia ad interessarsi alla lettura ad alta voce
  • tra i 12 e 18 mesi circa, il libro inizia a essere percepito dal bambino come un oggetto diverso dagli altri, che può essere usato con la mamma o con il papà per qualcosa di “speciale”: la lettura ad alta voce
  • sopra i 18 mesi il libro diventa sempre più uno strumento di relazione ed è consigliabile che l’adulto passi quindi dalla lettura ad alta voce a quella partecipata (il bambino inizierà infatti a gradire le varie voci dei personaggi)

E’ anche importante ricordarsi di lasciare al bambino assoluta libertà di decisione di cosa leggere e rileggere. Preparatevi a rileggere infinite volte la stessa storia o anche la stessa pagina! Lasciate inoltre che il bambino assuma la posizione che preferisce. Alcuni bambini per concentrarsi o quando si emozionano si muovono in continuazione. Il movimento durante la lettura non è detto sia sintomo di disattenzione, al contrario può esserlo di grande concentrazione e coinvolgimento.

 

Ripassiamo le tabelline giocando a tombola!

Anche se sembrano giorni di vacanza, in realtà di vacanza proprio non si tratta ed è bene spiegarlo ai nostri bimbi che, anche a scuole chiuse, devono comunque ritagliarsi un po’ di tempo per ripassare le lezioni. E quale metodo migliore se non attraverso il gioco? Ecco allora un’idea creativa per ripassare le tanto odiose tabelline, con il gioco della tombola, che può coinvolgere tutta la famiglia, nonni compresi!

Come si gioca

È molto semplice: le regole sono esattamente le stesse della tombola normale ma il “ banco” invece che estrarre il numero singolo estrae due numeri da moltiplicare, ad esempio: 3*5 o 6*7 . Ciascuno dovrà in questo caso segnare se presente sulla propria cartellina il numero 15 e 42! Per prepararlo potreste utilizzare una tombola che già avete in casa (dato che Natale non è passato poi da molto) oppure andando a preparare voi stessi le tabelline che il Banco estrae. In alternativa su alcuni siti internet ne propongono di già pronti da stampare (creagratis.com tombola da stampare) o su Amazon vendono il gioco a meno di 15€!

 

Costruiamo una tana!

Che bella costruzione, cos’è?! Una casa, una capanna, un castello o una tana?! Con tante finestre e che sia bella luminosa, anzi no! Tutta chiusa e che sia il più buio possibile, così si vedranno le stelle!

La certezza è una: è un posto prezioso, accogliente e sicuro.

Creare una costruzione è un gioco che coinvolge molti aspetti del vostro bambino: la parte più organizzativa, legata al dover pensare ad un progetto e metterlo in pratica. L’area della creatività, perché potranno realizzare delle costruzioni uniche in cui possono esprimersi in tutta libertà e singolarità. Il mondo della fantasia, grazie al quale la costruzione del vostro bambino diventa un la tana di abili cuccioli che possono mettersi in salvo dal lupo cattivo, un castello in cui vivono coraggiose principesse e valorosi cavalieri, un casetta accogliente in cui poter dormire sonni tranquilli da soli o in compagnia di amici, magari facendo un bel pigiama-party. In ogni caso, la costruzione realizzata dai bimbi darà loro la percezione di essere capaci e competenti, sarà un luogo da vivere e abitare, così come si vive e si abita il proprio corpo, ma soprattutto sarà il loro posto sicuro, in cui poter contenere tutte le paure e in cui poter far emergere le tante sicurezze!

 

Melissa Ceccon in collaborazione con

Centro Pedagogico Dimanda, centro specializzato di Lissone (MB) si occupa  di laboratori ed attività  educative per la fascia 0/10 anni

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy