Design & Craft

Uovo di Pasqua artistico! Come dipingerne uno usando colla, farina e semi!

06/04/2020

I vostri bimbi han voglia di colorare e dipingere, ma pennarelli e tempere sono finiti? Allora provate ad andare in cucina perché, in qualche dispensa, ci sarà sicuramente qualcosa di utile per decorare un bellissimo uovo di Pasqua…

Colori, tempere e matite cominciano a scarseggiare nei supermercati, ma con la fantasia si possono fare infinite cose. Creiamo un uovo di Pasqua fatto con semi e farina!

La cosa importante è che usiate ciò che già avete in casa: semi oleosi, gusci di pistacchio, sale o zucchero, farine varie…io vi mostrerò solo uno dei modi in cui si può lavorare, ma mi piacerebbe vedere tante uova diverse, realizzate in mille modi.

Cominciamo!

Tempo: 45 minuti

Difficoltà: medio/alta e molta precisione

Materiali: Foglio, colla vinilica, matita, semi di chia, lenticchie decorticate, farina, quinoa, gusci di pistacchio, fili d’erba, acquarelli, pennello piatto per la colla.

 

  • La prima cosa da fare è disegnare un grande uovo con due zampine che escono. Sullo sfondo create dei disegni geometrici oppure un prato fiorito e il cielo…fate scegliere al vostro bimbo/a! Io ho usato le lenticchie decorticate (che sono già arancioni) per le zampe, in alternativa va bene anche il sale bianco fino, e poi una volta asciugato potrete dipingerle con un marrone, o arancione.

  • A questo punto, prendete il pennello e coprite tutta la superficie dell’uovo con la colla vinilica, stando attenti a non uscire dai bordi. La farina bianca sarebbe l’ideale per fare l’uovo, ma, anche in questa occasione, va bene anche il sale fino o lo zucchero.
  • Spargetelo con attenzione e cercate di non fare grumi.
  • Ora, questa operazione si deve ripetere con tutto il disegno sullo lo sfondo. Il mio suggerimento è di procedere applicando la colla su punti staccati tra loro, in modo che sia più facile che i materiali non si mischino…
  • Lasciate che si asciughi con calma, e dopo qualche minuto rovesciate il foglio con delicatezza per far cadere i materiali in eccesso.

  • Ora, se avete degli acquarelli, potete usarli per colmare i vuoti, dipingendo i punti che sono rimasti bianchi, usando colori simili a quelli dei prodotti naturali.

 

Buon divertimento!

 

Francesca Pascale 

Fondatrice della Scuola dell’Infanzia Bilingue Puntino Colorato e autrice della collana di libri Le avventure di Sbuccia e Puntino

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy