Kid's Corner

Time4child, al via il primo grande evento digitale a Novembre dedicato al futuro dei giovani!

16/09/2020

Grazie ad una piattaforma avanzata ed innovativa, , l’evento si svilupperà permettendo all’utente di navigare tra seminari interattivi, laboratori videoludici e panel di approfondimento. Dal 9 al 22 novembre, vi aspettiamo!

Nei mesi di lockdown molto si è parlato della scuola. Tanti genitori hanno messo in evidenza le carenze di un sistema che è crollato quando tutto si è fatto più complicato; molti Istituti hanno fatto del loro meglio per rincorrere un nuovo modo di insegnare che mai, nelle settimane prima, si sarebbero  aspettati di proporre ai loro studenti e gli alunni, loro, si sono adeguati con una capacità di adattamento, che noi adulti dovremmo copiare, alla nuova didattica a distanza.

Insomma, di scuola si è parlato tanto. Di scuola ne hanno parlato in tanti. Forse, però, in pochi hanno chiesto un opinione ai diretti interessati: cioè ai bambini e ai ragazzi.

A chiederlo, però, ci ha pensato Time4child Cooperativa Sociale Onlus, che ha l’obiettivo di accompagnare per mano le famiglie italiane e i loro figli alla scoperta di un futuro complesso e a tratti sconosciuto, lanciando il concorso “la scuola sostenibile del futuro”. Hanno chiesto agli studenti: “come ti immagini la scuola del futuro? Cosa faresti per renderla sostenibile, inclusiva e innovativa per tutti i giovani che la vivono?”.  E, neanche a dirlo, sono stati moltissimi i video, i disegni e i testi inviati: segno di una crescente voglia di partecipare e di avere voce nell’indirizzare il proprio futuro e la propria educazione da parte delle nuove generazioni. Tutti progetti che Time4child Cooperativa Social Onlus ha deciso di raccogliere e di mettere in mostra, in uno stand virtuale, durante il primo grande evento digitale che si terrà dal 9 al 22 novembre!

Un appuntamento degno di nota perché, proprio come hanno fatto le scuole negli ultimi mesi, Time4child si è dovuto reinventare a causa del Coronavirus: l’evento, infatti, era previsto per maggio all’interno di MIND (ex area Expo) ma l’emergenza sanitaria ha costretto gli organizzatori a cambiare le carte intavola, posticipando l’appuntamento fisico al prossimo anno. E, nell’attesa, tutto si svolgerà virtualmente.

 

Time4child: 4 grandi temi per parlare di futuro insieme ai giovani

Time4child , come detto, si è reinventata, organizzando un grande evento digitale per novembre 2020, dove verranno affrontati 4 grandi temi: cibo, mente, salute e sostenibilità. Oltre alla partecipazione di personalità delle Istituzioni, della ricerca, della finanza, dell’informazione, della scienza, della cultura, l’organizzazione di laboratori e workshop, Time4child ha deciso di dare spazio anche ai tanti ragazzi che hanno partecipato al concorso e alle loro idee per il futuro della scuola nella quale cresceranno.

Insieme a numerosi esperti, verranno analizzati i nuovi interrogativi che il sistema scolastico contemporaneo deve oggi affrontare: dalla messa in discussione del ruolo educativo della scuola alle nuove tecnologie da implementare; dalle urgenti tematiche d’attualità all’evoluzione dei costumi. Non solo: ripensare la scuola del domani significa trovare anche una chiave per integrare le conoscenze classiche e il bagaglio culturale nazionale con gli strumenti e l’aspirazione a partecipare che caratterizzano il contemporaneo.

Si parte dall’oceano

La nuova edizione digitale di Time4child raccoglie 10 tra i temi scottanti del contemporaneo. L’oceano è il primo degli orizzonti di Time4child: questa risorsa potenzialmente inesauribile è gravemente minacciata dallo sfruttamento indiscriminato e dall’inquinamento e potrebbe non essere più la stessa tra 10 o 15 anni. I pastori del mare di Sea Shepherd – l’organizzazione senza scopo di lucro che si impegna nella salvaguardia della fauna ittica e degli ambienti marini- racconteranno a bambini, ragazzi e famiglie i loro sforzi per difendere l’ambiente marino e diffondere la consapevolezza di quanto sia a rischio.

“Il lockdown non ha reso il mare più pulito e la fauna selvatica non sta tornando a riprendere i suoi spazi, tutt’altro” ha chiarito Il Capitano Alex Cornelissen, chiarendo che “questa pandemia ha migliorato in qualche modo la continua distruzione del mare” ma che “la pesca industriale lo sta svuotando facendo crollare la biodiversità di interi oceani. I rapporti FAO riportano che solo nel 2016 sono state pescate 79,3 milioni di tonnellate di pesce, di cui il 30 per cento viene rigettato in mare”.

Numeri pericolosi a cui, ha aggiunto Andrea Morello Presidente di Sea Shepherd Italia, vanno a sommarsi anche un “40 per cento di pescato illegale” che porta a fare stime di “100 milioni di tonnellate dl pesce che ogni anno viene pescato in questi modi. A questi numeri mancano la maggior parte dei 70 milioni di squali che vengono uccisi ogni anno per il commercio illegale delle loro pinne vendute nel mercato cinese”.

Per questo Sea Shepherd non si ferma e continua la sua battaglia anche tramite  l’evento digitale di Time4child previsto dal 9 al 22 novembre  con tanti laboratori e percorsi didattici. Non solo. L’organizzazione  avrà anche lo spazio per poter presentare i progetti attivi nel territorio italiano, tra cui “operazione Siracusa”, il cui obiettivo è la conservazione dell’ecosistema marino delle coste occidentali di Siracusa nell’Area Marina Protetta del Plemmirio, ”operazione Siso” che in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, la Guardia Costiera, la Capitaneria di Porto di Catania e la Guardia di Finanza combatte la pesca illegale non documentata e dichiarata nell’arcipelago delle isole Eolie per poterne difendere il delicato ecosistema, e infine i progetti relativi alla pulizia di spiagge e fondali.

University Headquarter, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano

L’evento digitale di Time4child si rivolge a giovani, studenti e scuole: per questo diventa di vitale importanza il dialogo con gli Istituti scolastici, e non solo. Dopo la partnership con il Ministero dell’Istruzione, Time4child annuncia una nuova collaborazione che si muove in tale direzione: all’interno della piattaforma che ospiterà l’evento digitale a novembre infatti verrà allestito un “University Headquarter”, un campus diffuso che si articolerà in diverse aree che ospiteranno mostre, attività ludiche e progetti di ricerca delle università italiane, in primis l’Università degli studi di Milano, che ha confermato entusiasta la sua partecipazione al progetto.

All’interno di questi spazi dedicati si discuterà attivamente del binomio che fa da traino al progresso: ricerca e innovazione. In quello che si configura come un vero e proprio parco tematico, le Università avranno lo spazio per condividere progetti di ricerca che immaginano il mondo di domani, raccontandoli anche attraverso anche attività di svago, laboratori, webinar e stand informativi.

E questo, vi assicuriamo, è solo l’inizio!! Vi consigliamo di continuare a seguire i nostri aggiornamenti sull’evento digitale che si terrà dal 9 all 22 novembre, e seguendo anche la pagina dedicata @time4child2020. Ci sarete mums?

 

 

 

La redazione di Mumadvisor, mediapartner di Time4child

 

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy