Clorofilla

Vai alle recensioni
via Cesare da Sesto 5 20123 Milano
Porta Genova-Navigli-Vetra

Nell’infanzia. Con Qualità. Per educare.

 

I NOSTRI VALORI

Il Nido Scuola Clorofilla è un luogo dove far vivere una cultura dell’infan- zia che nei bambini riconosca diritti, intelligenze e competenze, un luogo che trasmetta ducia nella forza di cambiamento che i bambini possono avere sul futuro, promuovendo e smuovendo anche i pensieri e le azioni degli adulti.

Lontane dall’idea che con i bambini ci si possa improvvisare, riteniamo che la qualità e la professionalità siano i requisiti indispensabili per realizzare gli scopi indicati. Per questo ci ispiriamo a un approccio educativo che ha origine nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di Reggio Emilia, attraverso la consulenza di Reggio Children, una realtà riconosciuta come eccellenza in tutto il mondo, che collabora al progetto pedagogico e gestionale e alla formazione del team di Cloro lla.

Sappiamo quanto le esperienze che i bambini vivono nel percorso di cre- scita siano decisive per la loro formazione, per lo sviluppo del loro pensie- ro, per l’affermazione della personalità. La qualità dei rapporti e della ge- stione è quindi un valore e un obbligo, che si declina nella selezione e for- mazione delle educatrici, negli impegni etici in materia di rapporti di lavo- ro, nella creazione di un team di insegnanti, atelieristi, cuoche ed ausiliare che condivida impegni, visioni e passione per la cultura dell’infanzia in cui crediamo.

CHI SIAMO

Ideato e voluto da una giovane donna milanese, Giovanna Gulli, Cloro lla offre la garanzia di un progetto di continuità educativa che, oltre ai bambi- ni da 0 a 6 anni, desidera coinvolgere anche i pensieri e le azioni dei genitori.

PERCHE’ CLOROFILLA

Il nome Clorofil lla, con un suono melodico e armonioso, vuole evocare l’idea della linfa vitale che rigenera, creando nuovo ossigeno per tutti gli organismi viventi.

Abbiamo voluto attingere al patrimonio scienti co, la fotosintesi cloro llia- na, perché nelle attività di nido e scuola gli esperimenti scienti ci intorno al mondo naturale, che i bambini vivono ogni giorno, sono una parte signi ca- tiva delle esperienze educative.

Il nostro servizio infatti intende portare il mondo della natura al suo interno per farne un vero e proprio lo conduttore delle attività in modi differenti, a partire dal giardino pensile dove sono presenti gli orti e la siepe dei cinque sensi, no ad arrivare alla cucina interna, dove l’attenzione ai produttori e al cibo di qualità è costante.

Abbiamo, infi ne, voluto considerare anche il riferimento letterario che il nome evoca, ovvero il libro di Bianca Pitzorno dal titolo Cloro lla dal cielo blu, un racconto straordinario che narra le imprese di una bambina-pianta, Clo- ro lla, che riesce a far rinascere una città invasa dallo smog. Un riferimento letterario, perché crediamo che la lettura e la fruizione quotidiana dei libri da parte dei bambini, anche molto piccoli, li accompagni positivamente nelle scoperte che compiono ogni giorno.

INSIEME A REGGIO CHILDREN

Cloro lla ha come riferimento l’esperienza educativa d’avanguardia di Reg- gio Emilia, che valorizza le potenzialità di ogni bambino e si basa sul con- cetto di ascolto attivo tra bambino, educatore e genitore. Il “Reggio ap- proach” è infatti riconosciuto come una delle migliori esperienze pedagogi- che al mondo e come tale viene studiato nelle più prestigiose università italiane e straniere, tra cui Harvard.

L’esperienza pedagogica reggiana nasce più di quarant’anni fa nei Nidi e nelle Scuole dell’infanzia del Comune di Reggio Emilia e si fonda su alcuni tratti distintivi: la partecipazione delle famiglie, il lavoro collegiale di tutto il personale, l’importanza dell’ambiente educativo, la presenza dell’atelier e della gura dell’atelierista, la cucina interna, il coordinamento pedagogico e didattico.

La loso a educativa del pensiero reggiano trova la sua ispirazione nelle idee di Loris Malaguzzi, instancabile promotore di una loso a dell’educa- zione innovativa, capace di valorizzare quel patrimonio di potenzialità e ri- sorse che si esplicita nei “cento linguaggi dei bambini”. I cento linguaggi sono infatti la metafora delle innumerevoli potenzialità dei processi creativi e conoscitivi di ognuno. I bambini si sanno esprimere in molteplici modi che devono essere ricercati e valorizzati, come il linguaggio creativo, il linguag- gio musicale, il linguaggio gra co-pittorico,… In questo senso i bambini vengono posti davvero in primo piano e non sono considerati i destinatari di un sapere precostituito.

Con l’obiettivo di proporre un servizio di qualità, Cloro filla ha avviato una consulenza con Reggio Children, ente che opera per sperimentare, pro- muovere e diffondere nel mondo una educazione di qualità.

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE

In linea con la normativa vigente, il Servizio prevede di poter accogliere un numero complessivo di 150 bambini suddivisi tra nido, a partire da 6 mesi, e scuola dell’infanzia.

I bambini sono suddivisi in gruppi di età e ogni gruppo ha una propria sezio- ne e insegnanti di riferimento.

Clorofilla è un servizio bilingue con l’introduzione della lingua inglese, grazie alla presenza di insegnanti di madrelingua anglofona. L’approccio alla lingua inglese è un’altra opportunità attraverso cui crescere e fare esperienza.

Il servizio offre la possibilità di frequenza secondo tempi e modalità essibili, da adeguare alle esigenze delle famiglie, nel rispetto dei bisogni dei bambini e in armonia con l’organizzazione del personale del Nido Scuola. Per questo il servizio offre la possibilità di frequenza part-time (8-13,15), a tempo medio (8-16,30) e a tempo prolungato (8 -18,30).

IL PROGETTO EDUCATIVO DI CLOROFILLA

Un progetto 0-6 anni

La centralità del gioco, la creatività nei processi di apprendimento, la costru- zione della personalità e l’emergere dei talenti dei singoli sono caratteristiche che appartengono all’età che va dagli 0 ai 6 anni e meritano una progettuali- tà educativa che consideri il bambino nell’intero arco temporale. Per questo Cloro lla intende sostenere la continuità educativa 0-6 anni con la creazione di un servizio di nido e di scuola dell’infanzia che supporta una progettualità di vasta portata, estesa sulla scala temporale prolungata di sei anni.

Le speci cità del nido e della scuola si esprimono nell’accurata attenzione ai tempi ed ai modi degli apprendimenti, nella progettazione di spazi che ten- gono conto di bisogni differenti, nelle dimensioni della “cura” che vanno di pari passo con il sostegno dell’autonomia, sempre crescente.

Un pensiero speciale è dedicato ai lattanti, i bambini che iniziano il nido tra il 6° e l’11 mese, ai quali sono garantite risposte personalizzate anche relativa- mente ai bisogni siologici del sonno e del pasto.

Clorofi lla crede che promuovere relazioni, apprendimento e autonomia dei bambini sia possibile creando luoghi e tempi in cui ognuno si senta a proprio agio, libero di esprimere i propri pensieri e di vivere la socialità e lo stare in gruppo senza forzature, sicuro che il proprio fare sia importante per la co- struzione della propria conoscenza e per la crescita del gruppo.

Non amiamo parlare di programma della giornata perché crediamo che il valore di un progetto che sostiene le competenze dei bambini stia nella s da di costruire insieme a loro una giornata educativa dove le routine, i tempi della cura, dell’apprendimento, dell’individualità e delle relazioni, abbiano lo stesso peso sulla bilancia del nostro progetto.

Certamente crediamo fondamentale documentare ogni giornata con uno strumento, il diario di sezione, che consente anche ai genitori di condividere i percorsi d’esperienza dei bambini.

Il bilinguismo

L’approccio alla lingua inglese vuole essere un’opportunità attraverso cui crescere: l’apprendimento di una seconda lingua nella quotidianità delle esperienze che si fanno al nido-scuola avvia alla formazione di una mente essibile ed anche di una “mente plurale e pluralistica” sul piano sociale. Il team educativo di Cloro lla comprende insegnanti di madrelingua anglofo- na che lavorano insieme agli insegnanti di lingua italiana.

Piscina

L’elemento acqua ha sempre affascinato e stupito i bambini di ogni età: l’ac- qua si presta al gioco e, insieme, alla ricerca che i bambini sperimentano.

Una piccola e calda piscina all’interno del nido-scuola offre ai bambini straordinari incontri con l’acqua dove acquisire ducia nel proprio corpo e familiarità con l’elemento.

Danilo Vaghi, atelierista dell’acqua e istruttore FIN (Federazione Italiana Nuoto), li accompagna in un progetto da vivere all’interno della giornata educativa.

Tra natura e scienza

Gli argomenti che esplorano i bambini anche molto piccoli sono in niti e le discussioni che nascono fra loro testimoniano la voglia di interrogarsi sulle cose cercando il confronto con gli altri.

In particolare l’ambiente naturale offre straordinarie opportunità di interro- garsi sul signi cato degli accadimenti: l’osservazione spontanea della natura suscita domande di senso (Perché? Come? Che cosa?) volte all’esplorazio- ne e alla ricerca dei signi cati sulla vita e sulle cose del mondo.

Il giardino pensile del Nido Scuola sollecita esperimenti e ricerche scienti – che a partire da accadimenti quotidiani quali la nascita di un ore, le gocce di rugiada sulle foglie, il volo di una farfalla.

Creatività e atelier

Cloro lla considera la creatività come una modalità di conoscenza che cia- scun bambino possiede.

È responsabilità del nido e della scuola dell’infanzia valorizzare tutti i lin- guaggi verbali e non verbali, accreditando loro pari dignità. Per alcuni lin- guaggi speci ci, come quelli artistici, la creatività ha bisogno di un contesto che le consenta di esistere, di esprimersi, di comunicare e di rendersi visibi- le. Per questo, all’interno di ogni sezione, è collocato un mini-atelier, luogo che ha il ne speci co di integrare, ampliare, approfondire le attività di se- zione.

Il libro

Toccare libri morbidi e di materiali diversi, sfogliare e guardare gure e im- magini, ascoltare, ricercare relazioni e accostarsi alla lettura sono i passi che avvicinano tutti i bambini all’”oggetto-libro”, che diventa così famigliare.

Lo spazio della lettura presente in ogni sezione, si con gura quale luogo di sosta, di riposo dove i bambini possono custodire e costruire la propria “biblioteca” di classe con i libri a loro più cari. Qui le insegnanti si raccolgo- no per leggere a voce alta storie e narrazioni e costruire, insieme ai bambini, nuove storie che diventano patrimonio di conoscenza del gruppo.

Il corpo

Gli ambienti sono stati progettati considerando che i bambini possano es- sere liberi di agire il loro corpo sempre, in movimento o in sosta, senza bar- riere e con l’idea che ogni ambiente del Nido Scuola debba saper risponde- re ai bisogni che il corpo dei bambini esprime.

Per questo abbiamo un Atelier del corpo e del movimento (palestra), dove osare arrampicarsi e lasciarsi andare nel vuoto, fare capriole e s dare l’equi- librio e una piscina dove tuffarsi e giocare con l’acqua; luoghi capaci di ac- cogliere esigenti energie di un corpo in crescita, che a Milano rischia di do- versi sacri care.

LA NOSTRA CUCINA

L’alimentazione ha assunto nella nostra società molteplici signi cati che riguar- dano in modo sempre più ampio il be- nessere delle persone. Una corretta ali- mentazione sin dall’infanzia, è ormai risa- puto, contribuisce in modo determinante a promuovere la tutela della salute e a prevenire patologie anche nell’età adulta.

Il Nido Scuola Cloro lla intende valoriz- zare l’idea che l’alimentazione signi chi salute, piacere, cultura per mettere in condizione i bambini di vivere appieno il linguaggio del gusto.

L’attenzione ai menù, stagionali, ricchi,
vari ed equilibrati nei loro aspetti nutrizionali, l’attenzione verso la qualità del cibo e di produttori con cui condividere scelte di valore, sono aspetti centrali della cultura alimentare che si vuole trasmettere.

La cucina è collocata in posizione centrale rispetto alla struttura del Nido Scuola, visibile n dall’ingresso come metafora dell’accoglienza, rendendo visibile il processo quotidiano di cura nella preparazione del cibo.

Un Atelier del gusto offre ai bambini la possibilità di scopri- re i sapori attraverso il fare e il cucinare; la presenza di orti nel giardino pensile contribuisce a rendere i bambini partecipi dei processi di preparazione dei cibi, sentendosi protagonisti delle scelte.

LA QUALITA’ DEGLI SPAZI

La de nizione dello spazio come “terzo educatore” dopo famiglia e inse- gnanti, così cara a Loris Malaguzzi, sintetizza con molta chiarezza il nostro intento di garantire ad ogni bambino un ambiente di qualità.

Lo spazio ha un suo linguaggio, a cui i bambini sono grandemente ricettivi : l’intervento degli architetti è stato caratterizzato dal costante dialogo con i consulenti di Reggio Chidren. Il risultato sono ambienti accoglienti, belli e piacevoli da abitare, dove dominano la luce naturale e le trasparenze.

Sonorità, tattilità, doppi livelli, piccole e grandi dimensioni entrano nella pro- gettazione delle sezioni e degli ambienti per offrire ai bambini luoghi dove il piacere di fare si accompagni ad una sensazione di appartenenza; architet- tura e pedagogia sono posti a servizio dell’educazione dei bambini.

GLI AMBIENTI DEL NIDO-SCUOLA

Le sezioni

La sezione (aula) è il luogo di riferimento principale dell’esperienza di un gruppo di bambini, dove si determina la stabilità e la continuità nel tempo della vita al Nido Scuola e la storia del bambino lascia tracce visibili.

La sezione è fatta di piccoli ambienti che appartengono in modo esclusivo al gruppo di bambini per i quali è progettata. Aggregando prioritariamente i bambini per età omogenea, la sezione favorisce la continuità e stabilità dell’esperienza educativa e di crescita dei bambini, ma anche delle loro fami- glie.

Nella sezione i bambini e le insegnanti esplorano, ricercano, costruiscono e confrontano esperienze e saperi, dando così, nella quotidianità, concretezza e forma vissuta ai principi del progetto educativo.

La piazza

La piazza è un grande spazio centrale, su cui si affacciano gli ambienti prin- cipali del Nido Scuola.

La piazza è un luogo di incontro, è l’agorà che favorisce relazioni di gruppo, storie, accadimenti e l’assunzione di una identità pubblica da parte dei bam- bini. Vuole essere un luogo che mette in atto una democrazia del fare e dell’essere dove i bambini sono attivi nella de nizione delle identità che la piazza può assumere.

L’atelier

Ogni sezione è dotata di un mini-atelier, che ha il ne speci co di integrare, ampliare, approfondire le attività di sezione; è un luogo dove viene promos- so l’incontro con i vari linguaggi espressivi e creativi e dove le tecniche arti- stiche sono concepite come strumenti di apprendimento.

Il pranzo

Il momento del pranzo è tra i più importanti nella giornata di un bambino in età 0-6 anni: mangiare con gusto signi ca anche “stare bene”, essere sereni.

Per questo i luoghi deputati al momento del pranzo, nella piazza davanti alla cucina per i bambini del nido e nella grande aula del primo piano che affac- cia sul giardino per i bambini della scuola, sono pensati per favorire la convi- vialità e il piacere dello stare a tavola con il gruppo.

Il giardino

Il giardino pensile posto nel cortile interno del Nido Scuola è il luogo del gioco e dell’incontro tra i bambini di differenti età.

Inoltre il giardino, grazie alla presenza di orti, alberi da frutto e piante aroma- tiche, sollecita quesiti, esperimenti e ricerche da parte dei bambini a partire da semplici fatti, quali piantare un seme o accarezzare una lumaca.

 

 

Google maps

SCRIVI UNA RECENSIONE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy