Travel

Notte sotto le stelle: il campervan per un pic-nic speciale nella Val Nambrone

08/07/2020

Se siete alla ricerca di grandi prati perfetti per un pic nic e ruscelli turchesi in stile Canada, il sentiero amolacqua – Amola è la meta che fa per voi. Preparato la valigia? Noi no, questa volta ci siamo portati dietro direttamente la casa!

IL SENTIERO AMOLACQUA – AMOLA

Quando ho quell’irrefrenabile desiderio di riconnettermi con la natura e di sentirmi parte di essa la mia meta preferita è la montagna.

Ci troviamo all’interno del Parco Naturale Dell’Adamello Brenta, a poca distanza da Madonna di Campiglio, dove il fiume Sarca s’incontra con la Cascata di Amola creando uno dei paesaggi torrentizi più straordinari di tutto il parco.

Durata percorso: 15-20 minuti
Difficoltà: semplice, percorribile anche con passeggini
Dislivello: nessuno

Per raggiungere il sentiero dell’acqua basterà seguire le indicazioni per Val Nambrone lungo la SS239 con l’omonimo rifugio come destinazione finale. Davanti al rifugio Val Nambrone c’è un comodo parcheggio sterrato ed il sentiero B03 parte proprio da li, sulla sinistra.

Fin da subito la nostra attenzione viene catturata dal meraviglioso colore turchese del ruscello che passa proprio sotto uno dei molti ponti di legno che caratterizzano questo percorso.  All’ombra della vegetazione, tra il canto degli uccelli e lo scorrere dell’acqua è davvero un piacere passeggiare; respiriamo e facciamo il pieno di quella sensazione che tanto ci mancava! 

Una piccola spiaggetta di sabbia bianca spunta da dietro la vegetazione in direzione di Sant’Antonio di Mavignola (sentiero b02) e decidiamo di fare una piccola deviazione in quella che ha tutta l’aria di sembrare una spiaggia tropicale (se non fosse per l’acqua gelida del torrente!) 

Dopo qualche altro ponte di legno eccoci alla cascata Amola: una bellissimo salto d’acqua che mostra tutta la sua potenza! Entusiasta, la mostro al mio piccolo Alessio di un anno che, nello zainetto, già era crollato in un profondo pisolino.

Superata la cascata, una grande radura con vista sulle Dolomiti del Brenta si apre davanti a noi.  Il fiume ci ha seguito per tutto il percorso ed ha proprio il colore di quei fiumi che tanto ci hanno affascinato durante il nostro viaggio in Canada.

AREA PICNIC

Comodi tavoli da picnic sono posizionati strategicamente vicino agli alberi e la radura offre un’immensa distesa di prati, in parte ombreggiati, da poter sfruttare.

Nonostante i tavolini liberi decidiamo di stendere il nostro telo da picnic sulle rive del fiume. Addentiamo il nostro panino mentre guardiamo un pescatore attraversare il fiume in cerca del giusto punto nel quale fermarsi. Alcuni bambini giocano a saltare da una roccia all’altra senza toccare l’acqua. Alessio, che é un po’ più piccolo, cerca di inseguire il suono degli uccelli e corre nei prati senza aver paura di sbucciarsi le ginocchia per colpa di quei passi ancora un po’ instabili. 

È tempo di tornare e lo facciamo seguendo il sentiero ad anello che ci porterà di nuovo al Rifugio Nambrone dove é possibile fermarsi per bere qualcosa, assaggiare gli squisiti piatti tipici della zona o far merenda.

Il ritorno a casa per noi è stato molto veloce: eccola, nel parcheggio sterrato del rifugio la nostra casa su ruote: Il campervan!

il nostro campervan è poco più grande di una macchina e non ha avuto nessun problema a raggiungere il rifugio, ma consiglio sempre di verificare se le dimensioni del proprio camper consentono di raggiungere il posto prefissato

AREE SOSTA E CAMPING IN ZONA MADONNA DI CAMPIGLIO 

A Campiglio è possibile parcheggiare il camper presso l’area sosta vicino all’hotel Bertelli e presso il parcheggio della telecabina Grostè a meno di 2 km dal paese. In quanto zone non attrezzate con carico e scarico non è possibile sostare più di una notte. 

Il Camping Parco Adamello in località Magnabò a Pinzolo, gode di una perfetta posizione per visitare la Val Rendena e la cascata Amola.
Mette a disposizione piazzole di diversa dimensione e tra i servizi disponibili troverete un parco giochi con un grazioso percorso agility, bagni dedicati ai bambini con una vaschetta per il bagnetto e un’area recintata per gli amici a 4 zampe.

Presso il Camping Faè a S. Antonio di Mavignola, a gestione familiare, la tranquillità è di casa e il panorama vi riempirà gli occhi di fascino. 

La nostra scelta è ricaduta su Patascoss, in un ampio parcheggio a pagamento (12 Euro al giorno) davanti agli impianti di risalita e ad un baby park.
Affacciato sulle magnifiche Dolomiti del Brenta e partenza di numerosi sentieri, era proprio il posto che cercavamo. Ceniamo e dopo aver messo a letto il nostro piccolo, ci godiamo la nostra casa con vista sulle stelle.

 

Via alle partenze last-minute, ad un modo flessibile di viaggiare che vi porterà a scappare dai luoghi meno confortevoli o affollati e a restare dove più amate. Sanificare un camper sarà nettamente più semplice rispetto ad una casa. Dormire e utilizzare le proprie cose contribuirà a garantire quella serenità di cui abbiamo bisogno per godere a pieno del tempo a disposizione. Non ci si dovrà trascinare valigie pesanti tra un alloggio all’altro, litigando costantemente con la cerniera che non si vuole chiudere.

Svegliarsi con il rumore delle onde o con il sole che sorge dietro le montagne, pranzare in mezzo alle colline o cenare con vista lago: sarà così semplice sentirsi parte integrante dell’ambiente che ci circonda.
E poi tutto sarà a portata di mano: il cambio pannolino, le pappe e il riposino non saranno un problema ovunque vi troviate.

 

Non mi resta altro che augurarti di partire senza meta e di trovarla lungo la strada, tra un cielo stellato e l’altro!

 

Chiara Pilla
Mamma,  lavoratrice e viaggiatrice per passione. Nella natura mi sento a casa e cerco di tornarci ogni volta che posso. Potete seguire i miei viaggi anche qui

Top

Segnala un’attività

Do il consenso ai fini commerciali.
Ho letto la normativa sulla privacy