Mum Loading

Travel

Minorca: 5 spiagge attrezzate ( + 2 ) adatte ai bambini. La Mum Guida completa!

13/07/2023

Le più belle spiagge dell’isola da vedere in famiglia e i super consigli approvati dagli isolani. 

Lo sapevate che Minorca ha più di 80 spiagge? ampie spiagge di sabbia bianca e mare turchese, strette calette selvagge e pareti rocciose a strapiombo sul mare: qualsiasi sia il vostro ideale di spiaggia, a Minorca troverete ciò che fa per voi.
Ciò che accomuna gli oltre 200 km di costa di quest’isola è senza dubbio la bellezza dei suoi colori!
Ma quali sono le spiagge migliori da visitare durante una vacanza in famiglia?

Ecco le nostre spiagge attrezzate preferite adatte ad una vacanza con bambini:

SON BOU
La spiaggia più grande e lunga dell’isola, che in fatto di colori non ha nulla da invidiare alle calette più piccole e remote. In parte attrezzata e in parte libera, è la scelta ideale per chi ama fare lunghe passeggiate sulla riva e per far giocare i più piccoli grazie ai suoi bassi fondali.
la spiaggia è nella immediate vicinanze di un ampio parcheggio, in modo che se siete carichi di giochi, gonfiabili, ombrelloni e chili di creme solari non farete poi così tanta fatica a raggiungere il bagnasciuga.

DOVE SOGGIORNARE

Se per voi invece vacanza è sinonimo di comodità e ritmi lenti la soluzione ideale è alloggiare direttamente in un hotel con accesso diretto alla spiaggia come il Royal Son Bou Family Club: accesso privato diretto alla spiaggia, piscine per grandi e piccini e servizi dedicati ai bambini dagli 0 ai 12 anni.

 

 

 

LEGGI ANCHE: Come godersi in famiglia la natura incontaminata di Minorca

 

CALA GALDANA
Considerata la spiaggia urbana più bella di tutta l’isola, Cala Galdana è racchiusa in una baia circolare formata da splendide scogliere, una rigogliosa vegetazione e da un mega hotel che a mio avviso stona totalmente con la magica cornice naturale.
È una tra le spiagge più conosciute dell’isola dotata di stabilimenti, bar e ristoranti amatissima dalle famiglie; ed è per questo che, nonostante il grande parcheggio vicino alla spiaggia, è meglio arrivare presto la mattina per trovare posto facilmente. (a luglio non abbiamo avuto problemi a parcheggiare intorno alle 9)

 

 

CALA EN BOSH
Una cala di sabbia bianca delimitata da scogliere che offrono un ottimo punto di osservazione sulle sue acque cristalline e turchesi sia durante il giorno che durante il tramonto! Nonostante sia attorniata da strutture alberghiere e abitazioni, la sensazione guardando la spiaggia è quella di essere sperduti nella natura più pura.
Anche qui il parcheggio è subito a ridosso della spiaggia mentre una comoda pineta con annesso piccolo parco giochi ombreggiato la divide dalla strada. Cala en bosh è anche un ottimo punto d’appoggio per visitare le spiagge più belle dell’isola e per chi cerca un po di movimento serale: il suo porto turistico, infatti, offre una vastissima varietà di ristoranti e negozi, mentre di giorno è il punto di partenza di escursioni in barca verso le cale più belle e difficili da raggiungere come ad esempio Cala Macarella.

 

LEGGI ANCHE: Creta-Chania: alla scoperta delle spiagge di sabbia rosa e della Venezia d’Oriente

 

 

CALA BLANCA
Una piccola cala in zona Ciutadella, anch’essa posizione perfetta per girare l’isola.
Sabbia finissima e bianca con un mare dalle sfumature turchesi che offre il suo meglio guardandolo dall’alto degli scogli mentre si pranza in uno dei ristoranti che circondano la cala o, come abbiamo fatto noi, all’ora dell’aperitivo presso l’HOLA OLA sul lato sinistro della spiaggia. È una cala ideale sia per i più piccoli che per chi ama tuffarsi dagli scogli.Essendo molto stretta, la spiaggia si sviluppa per il lungo: infatti la parte attrezzata si trova in fondo, mentre a ridosso del bagnasciuga si trova la zona di spiaggia libera

 

 

PUNTA PRIMA
Un’ampia insenatura riparata dai venti e dai bassi fondali che offre tutti i servizi di cui una famiglia ha bisogno.
La Spiaggia, con un comodo parcheggio proprio al lato del campo da calcio, è perfetta per praticare kayak e sup ammirando il faro della vicina Isla del Aires.
A pochi minuti di distanza lo Splash waterpark, un parco acquatico con scivoli e diverse aree giochi adatte a grandi e piccini.Spiagge attrezzate e dotate di ogni confort come quelle che vi abbiamo indicato rendono sicuramente più facile una vacanza con i più piccoli, ma se come noi amate i paesaggi dove la natura ancora la fa da padrona, queste sono le 2 spiagge che ci hanno permesso di vivere anche il lato più selvaggio dell’isola nonostante la presenza di due bimbi piccoli:

 

SON SAURA (del sud)
Il parcheggio gratuito è a numero chiuso pertanto durante l’alta stagione per poter trovare posto è necessario raggiungerlo entro le 8 di mattina oppure durante il pomeriggio quando c’è una sorta di “cambio turno” con i più mattinieri.
Noi l’abbiamo visitata, e amata, in un pomeriggio di luglio perché alle 9.30 di mattina avevamo trovato la strada sbarrata ed un cartello che indicava il parcheggio full. Parcheggiata l’auto, un sentiero in gran parte ombreggiato vi porterà in soli 10 minuti alla spiaggia incontaminata e dai colori maldiviani di Son Saura.
Sconsiglio i passeggini perché il sentiero tra radici e sassi è un pò disconnesso, il marsupio rimane l’accessorio indispensabile in queste situazioni.
Non ci sono punti di ristoro se non una signora con un carretto che vende frutta all’inizio della spiaggia, ma sono presenti i bagni e il servizio di vigilanza bagnanti.

 

LEGGI ANCHE: Canarie: vi portiamo a Fuerte e Lanzarote (in sicurezza!)

 

 

CALA TURQUETA
Anche qui il parcheggio è gratuito e a numero chiuso. Al contrario di son Saura il sentiero di 10 minuti fino alla spiaggia è ben battuto e quindi percorribile in passeggino. Proprio all’inizio del sentiero c’è un bar, l’unico punto di ristoro presente.
Cala turqueta è una tra le più famose dell’isola, e capirete il perché una volta arrivati davanti alle sue acque dalle tonalità turchesi tra le più accese che abbia mai visto!
La mattina, la spiaggia a ridosso della scogliere, offre una comoda ombra e la magia di essere in pochi a godere di tale bellezza ripagherà senza alcun dubbio la sveglia presto!

 

 

Come ogni isola, Minorca ha le sue peculiarità ed è bene conoscere alcune tips per godersi a pieno una vacanza tra le sue splendide spiagge

 

  • Prima di scegliere la spiaggia controllare la direzione del vento: è il primo consiglio che abbiamo ricevuto da un isolano. Se il vento soffia da nord scegliere una spiaggia a sud e viceversa.
    Potrete godervi le spiagge più riparate evitando le meduse che seguono spesso le correnti.
    I siti più utili e affidabili per monitorare il vento sono windy.com e aemet.es

 

  • Rispettare l’isola, posidonia compresa: Minorca è stata dichiarata dall’Unesco Riserva della Biosfera e la posidonia, che è una pianta marina, è fondamentale per la protezione delle coste dall’erosione del mare contribuendo a rendere limpide le sue acque.
    Infatti i resti di posidonia sulle spiagge vengono ritirarti solo parzialmente.
    Se troverete alcune “alghe” sulla riva quindi non storcete il naso, è grazie a loro che il mare è così cristallino!

 

  • Meglio prenotare in anticipo: anche qui l’alta stagione rischia di rovinare i nostri piani se non fatti con un pochino di anticipo. Ecco perché se desiderate affittare un auto o prenotare un’escursione in barca è sempre meglio farlo con qualche giorno in anticipo.

 

Sabbia bianca, mare turchese e terra dal sapore ancora selvaggio…vi abbiamo fatto venir voglia di scoprire Minorca, l’isola della calma?

 

Chiara Pilla
Mamma,  lavoratrice e viaggiatrice per passione. Nella natura mi sento a casa e cerco di tornarci ogni volta che posso. Potete seguire i miei viaggi anche qui

 

 

 

 

 

 

 

Top
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.