Mum Loading

Kid's Corner

ergobag…WOW!

15/05/2019

La cartella per la scuola alternativa, che rispetta i bambini e l’ambiente

Vorrei tenerti per mano ancora un po’, ma è arrivato il tempo di lasciarti prendere il volo.

Oggi inizia per te un percorso magico e pieno di avventure strabilianti: scoprirai presto il magico potere della lettura che ti permetterà di viaggiare stando comodamente disteso sul letto della tua cameretta; scoprirai anche quanto è bello scrivere…fanne un dono.
Apprenderai storie di naviganti, faraoni, antichi guerrieri e patrioti. Scoprirai tutte le meraviglie che ha scoperto l’uomo e quanto è immenso il mondo, e se potremo lo visiteremo insieme! E ti dico anche un segreto: la matematica sai, è un po’ come giocare a scacchi.
Io ti auguro, come lo è stato per me, di incontrare sul tuo cammino amici preziosi e appassionati insegnanti.
Sogno che la scuola che abbiamo scelto per te, ti insegni non solo nozioni, ma giusti valori perché sono quelli che ti renderanno per sempre una persona migliore
.

Buon primo giorno di prima elementare Alberto!”

Questa è la dedica che ho scritto a mio figlio maggiore Alberto quando ha iniziato il suo percorso scolastico, a settembre di due anni fa. Mi sono trovata a rileggerla, con un po’ di commozione perché, tra qualche mese, anche il mio piccolo Andrea inizierà la scuole elementare … un momento che per ogni mamma è sempre ricco di emozioni.

Ma, lacrimucce a parte, l’inizio della scuola richiede a noi mamme anche un bel po’ di pragmatismo perché dobbiamo pensare davvero ad un sacco di cose: libri, quaderni, gomme, penne, astucci e … zaino! In commercio se ne trovano davvero moltissimi, ma data l’esperienza poco positiva avuta con mio figlio Alberto con la scelta dello zaino per la scuola, con il piccolo di casa ho deciso di muovermi per tempo, facendo qualche ricerca online, per fare una scelta migliore.

Ergobag: lo zaino che ama i bambini … e l’ambiente!

In questi due anni in cui mio figlio Alberto ha frequentato la scuola, mi sono resa conto che i nostri figli si devono portare sulle spalle un carico enorme con tutti i libri e i quaderni che ogni giorno si portano avanti e indietro! Ma quanto pesano i loro zaini? Poveri!

Ecco perché per Andrea, mi sono messa d’impegno per cercare, sì uno zaino accattivante esteticamente ma, soprattutto, uno zaino studiato per non gravare più del dovuto sulla schiena del mio bimbo! Ricerca dopo ricerca, mi sono imbattuta nel marchio ergobag …e mi si è aperto un mondo! Due sono le cose che mi hanno convinta immediatamente a prendere ad Andrea questo zaino: la prima è che è realizzato con cura e la qualità si vede subito; la seconda è che, oltre alla salute del bambino, gli zaini di ergobag pensano anche alla salute del nostro Pianeta e ora vi spiego perché.

Le bottiglie riciclate si trasformano in zaino per la scuola!

Quelli di ergobag sono zaini speciali. Non a caso sono WOW i fattori che ne riassumono le caratteristiche: ergonomia, sostenibilità, visibilità, individualità. Sapete che per farne uno servono 18 bottoglie in PET? Nemmeno io lo sapevo, e appena ho scoperto questa cosa ne sono rimasta entusiasta. Sapere che lo zaino di mio figlio è stato realizzato con un occhio di riguardo all’ambiente mi fa stare più tranquilla e non solo. Ho subito pensato che questa scelta potesse essere la prima “lezione” per il mio piccolo Andrea: il rispetto e l’educazione all’ambiente e capire, fin da ora, che anche i piccoli gesti possono fare la differenza. Insomma, questa giovane azienda tedesca del gruppo FOND OF che crea zaini dall’anima sostenibile per i bambini in età scolare, è stata la scelta perfetta per me e per il mio bambino, e mi sono divertita molto a spiegargli come è “nato” il suo zainetto per la scuola…per lui è stato entusiasmante.

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Di solito, quando si cerca qualcosa di eco sostenibile bisogna un po’ rinunciare all’estetica del prodotto. Per fortuna ergobag ha pensato anche a realizzare uno zaino bello a vedersi, con cura e dettagli di qualità: ogni prodotto unisce le caratteristiche tipiche dello zaino da trekking più innovativo, a qualità strutturali ed ergonomiche, al fine di creare le migliori cartelle per la scuola elementare.

Personalmente ho trovato geniale il fatto che lo zaino ergobag cresce letteralmente con il bambino, seguendolo nella sua evoluzione fisica. Un elemento da non sottovalutare questo e, infatti, una delle frasi che più mi è rimasta impressa mentre leggevo e scoprivo il mondo di ergogag, e la sua filosofia, è proprio “il bambino non è un adulto in miniatura”. Quanto è vero!

Dopo un po’ di indecisione io e Andrea, alla fine, abbiamo scelto lo zaino di ergobag per la sua prossima avventura scolastica: il modello Outbear Space, per piccoli astronauti. Carinissimo. In più, abbiamo avuto la possibilità di scegliere un Set di Kletties con più di 30 temi diversi, così potrà cambiare il look del suo zaino ogni volta che vorrà (senza doverne comprare uno nuovo!).

Ora posso tornare alle mie lacrimucce … settembre è vicino e io già guardo il mio piccolo astronauta pronto a partire per la sua missione. Già preparo i fazzoletti!!

 

Silvia Esposito [ MumAdvisor Team ]

Top
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.