Nido e laboratori per l'infanzia Bilingue

NON SOLO NIDO...

Nasce, in uno storico palazzo del ‘900 del centro di Milano, il nuovo Nido bilingue Insideout all’avanguardia per l’originale Progetto basato su un dialogo tra Design e Pedagogia, supportato da un ambiente multisensoriale, che si pone come grande laboratorio per l’auto-apprendimento del bambino. Un atelier, una palestra morbida, un luogo all’aperto per imparare dalla natura, uno spazio per crescere con i libri.

Scuola di inglese, corsi e laboratori esperienziali fino ai 6 anni. | Consulenza Psicologica, Pedagogica e Pediatrica.

Il Nido bilingue Insideout è un ambiente sicuro e accogliente per bimbi da 3 ai 36 mesi e il nostro obiettivo principale è coltivare l’unicità di ogni bambino, grazie ad uno staff attento, professionale e qualificato e supportato quotidianamente dalla nostra Psicologa, fondatrice e ideatrice del nostro Progetto.

QUANDO LE COMODITÀ FANNO LA DIFFERENZA !

Al Nido bilingue Insideout forniamo tutto noi! Asciugamani, pannolini, bavaglini, tutto l’occorrente per l’igiene personale e kit nanna personalizzato, che verranno lavati e igienizzati settimanalmente nella nostra lavanderia interna.

 

La Struttura

La struttura che ospita i bambini e le bambine del Nido InsideOut, nasce in un storico palazzo del ‘900 del centro di Milano ed è frutto di un progetto basato su un dialogo tra Pedagogia e Design.
L’ambiente multisensoriale si pone come grande laboratorio per l’auto apprendimento del bambino; un ambiente in grado di stimolare e supportare i diversi percorsi di crescita.

La struttura che ospita l’asilo Nido InsideOut è così stata pensata per ospitare i bimbi ed assolvere alle loro più svariate esigenze:

• due ampi saloni polivalenti atti ad accogliere i bambini di tutte le età, che comprendono zona pranzo, uno spazio morbido, un atelier artistico e una gradinata dedicata alla lettura;

• una zona di ingresso e accoglienza per le famiglie;

• una zona dedicata ai piccolissimi;

• una zona morbida dedicata alla nanna, alla psicomotricità e al gioco motorio;

• 2 servizi igienici per i bimbi;

• una zona dedicata a laboratori con materie prime alimentari

• un ampio giardino esterno atto ad ospitare le varie attività di laboratori e atelier durante le belle giornate.

 

La Pedagogia

 

L’idea di questo progetto si basa sui fondamenti teorici del pensiero della psicologia umanista. Essi si radicano sulla convinzione che ogni essere umano abbia una natura interiore, positiva. Come l’albero, anche l’uomo nasce in forma di seme, nasce in quanto potenzialità, e l’educazione dovrebbe essere un ponte tra ciò che è potenziale e il suo realizzarsi.
L’educazione per l’essere umano corrisponde a ciò che in natura viene fatto al seme dalla terra, dall’aria, dal sole, dal vento; tutti elementi che concorrono alla crescita del seme e alla realizzazione della pianta.
A questo proposito, grandissima importanza è data alla continua formazione di un’equipe che, coordinata dalla nostra Psicologa, sia sempre pronta ad accogliere con flessibilità la natura di ogni bambino, natura intesa come temperamento, inclinazioni, preferenze, ecc...valorizzando la componente individuale della personalità di ogni bambino affinché ognuno sia portato a realizzare la propria diversità. Non ha importanza il “cosa” viene realizzato, ma il fatto che ciò che si realizza sia corrispondente alla propria natura.
“La creatività dell’uomo realizzato assomiglia molto alla creatività ingenua e universale dei bambini;  è una potenzialità data dalla nascita a tutti gli esseri umani, anche se la maggioranza la perde man mano che si inseriscono nella cultura. E’un tipo di creatività che si manifesta in tutte le attività intraprese, anche nelle più semplici faccende quotidiane e nei lavori più modesti; non è una questione di prodotti ma di stile di vita”. _ A. Maslow _

 

Accenni sul progetto pedagogico

Il progetto educativo del nido InsideOut si pone come obiettivo fondamentale il benessere del bambino a 360° gradi, un benessere olistico, dunque.
Le moderne pedagogie ci permettono di leggere l’educazione olistica ora da una prospettiva naturalistica, come nel caso di Rousseau, Pestalozzi e Froebel, ora attraverso metodi scientifici come quello di Maria Montessori, antropologici come quello di Rudolph Steiner con una vocazione sociale e relazionale, come nei modelli di Reggio Children o infine ecologico come negli asili nei boschi.

La Pedagogia olistica studia l’intero sviluppo dell’essere umano, è un lavoro di trasformazione e costruzione di sé durante le varie fasi della crescita, che si presenta come una sequenza di vere e proprie “metamorfosi”. Questo è possibile solo se l’essere umano viene osservato come persona intera.
L’attenzione va quindi posta su ogni aspetto dello sviluppo (fisico, intellettuale, emozionale, ecc.) in tutte le fasi dell’età evolutiva e per ogni fase dello sviluppo bisogna considerare l’individuo nella sua globalità.

Per conseguire tutti gli obiettivi di crescita, acquisizione di competenze nelle diverse aree, espressivo-creativa, linguistico-narrativa, logico-strategica, psicomotoria e generale benessere, seguiremo la centralità dei “cento linguaggi” (Reggio Children) di cui l’essere umano è dotato; tramite gli spazi atelier verrà offerta quotidianamente ai bambini la possibilità di avere incontri con più materiali, più linguaggi, più punti di vista, di avere contemporaneamente attive le mani, il pensiero e le emozioni, valorizzando l’espressività e la creatività di ciascun bambino e dei bambini in gruppo.

L’ambiente sarà organizzato come un grande laboratorio per l’autoapprendimento del bambino, in grado di stimolare e supportare i diversi percorsi di crescita.

L’obiettivo sarà costruire spazi che possano essere percepiti e usati da tutti e cinque i sensi, in empatia con i processi cognitivi dei bambini che sono caratterizzati da una forte sinestesia.
Dunque una vasta gamma di materiali, grane, texture, sorgenti luminose per supportare un ambiente multisensoriale.

 

Il gruppo 3-12 mesi

Il nido Insideout, in risposta ai bisogni di protezione, contenimento e tranquillità tipici di questa fascia d'età, ha dedicato ai più piccoli del nido uno spazio a sé, circoscritto, in cui comodi angoli morbidi offrono ai bimbi la possibilità di muoversi in tutta sicurezza, scoprendo così le proprie competenze motorie, e di accoccolarsi per un momento di relax e nanna.
Non poteva mancare in questo spazio un grande specchio: cercare di catturare l'immagine che esso rimanda, vedersi e riconoscersi, è un gioco che appassiona anche i più piccoli.

Per garantire il pieno rispetto dei tempi, delle esigenze e delle necessità di ogni singolo bambino e, soprattutto, per permettere di prestare la massima attenzione ai momenti di cura dei più piccoli, il nido Insideout ha scelto di affidarli ad una puericultrice, specializzata nella prima infanzia.

Tutte le esperienze educative proposte mirano a sviluppare l'individualità e le capacità di ciascuno; ogni bimbo viene invitato al fare autonomo e gli viene offerta l'opportunità di sperimentare il mondo in prima persona, attraverso progressive sollecitazioni basate sulla sensorialità e sul movimento.

Ecco gli esercizi di ginnastica, l'angolo dei tesori, in cui oggetti di forme, colori e materiali diversi susciteranno la sua attenzione, la sua meraviglia e curiosità e le prime manipolazioni con gli alimenti. La nostra puericultrice, inoltre, presterà particolare cura ad uno dei momenti di passaggio più importanti per questa fascia d'età: lo svezzamento.

Soprattutto durante i primi anni di vita, il cibo non è solo un'esigenza fisiologica, ma è fonte dim relazioni e di scoperte e nostro primario obiettivo è che questo passaggio avvenga nel modo più sereno possibile, nel pieno rispetto dei tempi di ciascun bambino.
A questo proposito, la nostra puericultrice è disponibile per consulenze individuali sullo svezzamento, ma anche sull'allattamento materno, soprattutto per la sua gestione nonostante il ritorno al lavoro della mamma, e su tutte quelle tematiche riguardanti l'acquisizione di una sana routine giornaliera.

 

Il bilinguismo

Per il Nido Insideout, parlare di biliguismo significa avere un approccio con l'inglese che si integra con tutte le altre proposte educative e pedagogiche, le che favorisca l'apprendimento e la crescita dei bambini. Viene quindi data ai bambini l'opportunità di familiarizzare, ascoltare, e imparare una seconda lingua nell'esperienza di tutti i giorni al nido. Questo permetterà al bambino la formazione di una mente flessibile e aperta. La nostra educatrice bilingue utilizzerà l'inglese nella naturalezza della quotidianità durante le normali attività del Nido.

Molti studi hanno dimostrato che imparare una seconda lingua da bambini, aiuti a vedere tutto da una prospettiva diversa dalla nostra, perché il bambino dovrà scegliere la lingua in base
all'interlocutore che ha di fronte. Imparare sin dall'infanzia una seconda lingua aiuta anche ad aprirsi, a conoscere culture e tradizioni differenti dalla nostra e interpretare e comprendere il mondo.

 

Le attività laboratoriali

Laboratori esperienziali e atelier

Il progetto pedagogico del Nido Insideout è basato sull’esperienza della didattica laboratoriale e l’atelier è proprio il luogo formativo dove i bambini possono sperimentare le loro idee e curiosità in modo creativo.

Al Nido è presente la nostra Atelierista della Natura, biologa, che si occupa di approfondire con i bimbi, a piccoli gruppi, tutti gli aspetti legati alla natura, in un gioco di osservazione, scoperta ed elaborazione partendo dalla cura della serra all’osservazione di piccoli animali che si trasformano.
Una risorsa preziosa è il cortile interno del Nido Insideout progettato per offrire un’avventuran quotidiana con la natura e per poter seguirne la trasformazione durante le differenti stagioni, cortile che diventa un luogo dove svolgere attivamente laboratori durante le belle giornate. La partecipazione ai laboratori permette ai bambini di dare sfogo alle proprie emozioni e di esprimersi al meglio, aumentando la fiducia in sé stessi e favorendo anche le piccole scelte individuali per costruire un’autonomia fondamentale.

I laboratori per i più piccoli sono impostati sulla meraviglia e la scoperta grazie ad un’esperienza che li coinvolgerà completamente: toccando, manipolando, componendo e scomponendo e sperimentando differenti materiali. I bimbi più grandi impareranno ad esprimere la propria creatività utilizzando materiali che vengono direttamente dalla natura. Le attività comprendono: il disegno e la manipolazione delle differenti texture con foglie e cortecce, disegni con materiali naturali, stampini colorati ricavati dalle verdure e altro ancora.

 

Proporremo anche laboratori di arte, musica e teatro.

L’arte, nelle sue forme più varie (arti visive, musica, teatro, danza, etc.), coinvolge infatti tutti i sensi del bambino e ne rafforza le competenze cognitive, socio-emozionali e multisensoriali. Durante la crescita dell’individuo, essa continua ad influenzare lo sviluppo del cervello, le abilità, la creatività e l’autostima, favorendo inoltre l’interazione con il mondo esterno e fornendo tutta una serie di abilità che agevolano l’espressione di sé e la comunicazione.

 

CRESCERE NELLA MUSICA

 

L’obiettivo è favorire la crescita di generazioni capaci di ascoltare e capire la musica, di comunicare musicalmente, di improvvisare, di fare musica nelle loro famiglie e con i loro amici”.   E. Gordon


Il Nido InsideOut propone corsi di avviamento alla musica  secondo il pensiero di E. Gordon a cura di Elena Costa, Insegnante Certificata Audiation Institute.

La Music Learning Theory, teoria dell'apprendimento musicale propone un avviamento alla musica secondo processi analoghi all'apprendimento della lingua materna. 
L'ascolto fin dalla più tenera età di musica cantata con sillabe neutre e l’uso di un setting curato e attento alle esigenze del bambino, facilitano l’apprendimento musicale e sostengono la crescita cognitiva e affettiva del bambino, rispettandone i tempi di sviluppo.

I primi 3 anni di vita del bambino costituiscono un momento speciale per il suo sviluppo cognitivo. La ricerca sulla plasticità neuronale del cervello umano ha dimostrato come già dalla nascita il bambino è in grado di scoprire e riconoscere in modo istintivo e spontaneo la ricchezza dei modi in cui i suoni si organizzano
I laboratori si svolgono in piccoli gruppi, con la presenza dell'educatrice del nido.
Elena guida i bambini, attraverso la voce e il movimento, in un percorso fatto di ascolto, gioco, sguardi e fornisce ai bambini un primo vocabolario di suoni che verrà dapprima ascoltato, poi imitato fino a giungere all'assimilazione della sintassi musicale, ovvero la capacità di percepire stabilmente il centro tonale di un brano, o la pulsazione ritmica in modo consistente.
Il silenzio alternato alla musica ha un ruolo fondamentale perchè permette ai bambini di elaborare le informazioni musicali e di interagire con l’ambiente attraverso movimenti fluidi del corpo, lallazioni musicali e partecipazione sempre più presente all'ambiente sonoro.
L'esplorazione libera della musica attraverso il corpo, i canti e il dialogo musicale guidano il bambino verso uno sviluppo armonioso della musicalità e del pensiero musicale, definito da Gordon Audiation. 

 

Servizi extra

Per i bambini fino ai 6 anni sono previsti anche corsi settimanali sempre a cura della nostra Atelierista della Natura che comprendono differenti attività legate alla natura, come ad esempio la scoperta della metamorfosi di una farfalla, che verrà osservata giorno per giorno fino alla sua totale trasformazione.

L’Atelierista della Natura si occupa anche delle uscite didattiche esterne accompagnando i bambini grazie ad un pulmino alla scoperta del territorio, uscite che varieranno in base alle proposte artistiche e naturali del momento.

Sarà attivata in corso anno una scuola di inglese e di musica.

Attività di consulenza psicologica e pedagogica.

Coinvolgimento e partecipazione delle famiglie

Grazie alla figura della Nostra Psicologa Luisa Giovanelli, ci saranno numerose occasioni di confronto e proposte di crescita insieme alla famiglia all’interno della nostra struttura.

In particolare, oltre ai colloqui personali, che è possibile richiedere per ogni evenienza, verranno organizzati mensilmente incontri tematici e di confronto con le famiglie, riguardo problematiche inerenti allo sviluppo dei bambini ma anche alla gestione, ai dubbi e ai conflitti derivati da questa esperienza. Annualmente il Nido proporrà percorsi e iniziative rivolte ai genitori per condividere l’educazione del proprio figlio e creare una condivisione di temi legati alla crescita, analizzare differenze e trovare soluzioni alternative.

Una buona comunicazione con la famiglia e lo staff del Nido è un elemento fondamentale per il benessere e la serenità del bambino coinvolto. Per questo motivo il servizio cerca di creare una forte collaborazione tra la famiglia e il Nido, promuovendo incontri, condivisioni, dialoghi e contorni in modalità differenti.

Sono previsti anche momenti meno istituzionali che coinvolgano famiglie e figli per poter conoscersi tra di loro e interagire con lo staff del Nido InsideOut.

Queste occasioni possono essere merende, aperitivi o feste per potersi conoscere e condividere soddisfazioni e, perché no, anche piccole frustrazioni e fatiche condivise, soprattutto da parte dei bambini frequentanti la nostra struttura. Per vagliare il grado di soddisfazione delle famiglie ed eventuali proposte, verrà consegnato un questionario di valutazione relativo agli aspetti organizzativi, didattici e amministrativi del servizio svolto. I risultati dei questionari verranno utilizzati per il miglioramento del servizio stesso.

 





di Valentina

“un nido pieno di metodo, ascolto e bellezza”

Un team che assicura ascolto e passione ogni singolo giorno, un programma di qualità, insomma quello che si sogna per poter accompagnare i piccoli in un periodo così importante di scoperta.

é l'antitesi del "nido-parcheggio" qui i bimbi trovano ogni giorno un attività che segue un programma pieno di spunti: sensoriali, motori, linguistici, di relazione. Con educatrici professioniste.

Lo spazio stesso accoglie e aiuta l'autonomia dei piccoli, è uno spazio molto bello con mobili fatti su misura da colori vivaci ma che trasmettono calma.
Dietro a tutto si percepisce il pensiero, il progetto, in questo InsideOut è un nido di design: è un nido pensato; ma come tutte le opere di qualità quello che si percepisce è la "semplicità" con cui tutto si svolge.

Inserito nel percorso una volta alla settimana c'è la lezione di musica, una ricchezza, i bimbi sono accompagnati per mano da una professionista a imparare un linguaggio che resterà per sempre con loro.
Un altra figura di riferimento importante.

E poi c'è il mondo intorno, il nido non si limita al bello spazio interno, la mia piccola Camilla ha attraversato assieme a altri bimbi il parco per andare in biblioteca, portata in spalla, in tutta sicurezza ha vissuto un esperienza bellissima e per lei molto divertente. Credo molto nella pedagogia della natura, a Milano ce n'è poca ma a maggior ragione diventa importante uno spazio esterno come la terrazza e il parco.
Sono una mamma che ha pianto per una settimana tutte le mattine durante l'inserimento perchè mia figlia aveva un anno, e mi sembrava troppo poco per stare in un ambiente estraneo e troppo per non accorgersene e soffrirne, ogni giorno nel guardare le foto che mi arrivano dal nido mi sento sempre piu convinta di aver scelto per lei il meglio.



di Valentina Dragonetti

“Sentirsi a casa”

Quando abbiamo deciso di mandare la nostra piccola qui, a settembre dello scorso anno, eravamo sicuramente rimasti colpiti dall’ampia e valida offerta didattica e dalla bellezza della struttura, nuovissima.
Ma frequentando il nido giorno per giorno, ci siamo accorti che il privilegio che ci era stato offerto andava ben oltre questi aspetti: qui ci sentiamo a casa, lasciamo ogni mattina la nostra piccola Cecilia con la leggerezza nel cuore di chi sa che è in buone mani, con educatrici dolci e pazienti che si occupano della nostra bimba cosi come faremmo noi.
Questo per noi è impagabile e i sorrisi e i progressi di Cecilia non fanno altro che confermare le nostre sensazioni!
Vale e Max