Not only a school but a philosophy for growth since 2002

 

 

Andersen International School è una scuola internazionale a Curriculum britannico, affiliata al COBIS,  che comprende bambini dal nido alla scuola media secondaria PARITARIA

Seguendo il British National Curriculum la struttura di Andersen International School è immersa in un grande parco verde di oltre 15.000 mq attrezzato con piste di atletica leggera, campo da basket e pallavolo, nuovo campo calcetto e tennis e ampi spazi esclusivamente dedicati alle attività didattico ricreative e di gioco.

Sempre in linea con le direttive del British National Curriculum, l’istituto scolastico comprende una struttura esclusivamente riservata ai bambini di Nursery e Kindergarten (dai 18 mesi ai 3 anni di età) con servizi igienici e mensa dedicati e area di gioco verde di oltre 5.000 mq. 

Nella macro struttura si ospitano le classi da Reception a Y9 (studenti dai 4 ai 13 anni di età), laboratori allestiti ad Hoc per ogni materia che lo richiede: Scienze, Robotics, Matematica, Arte, Drama, Musica, ICT e tre nuove grandi palestre e tre grandi mense dedicate alle diverse fasce di età.

La scuola media partecipa al progetto SWIMMING POOL che prevede 1 ora di nuoto a settimana (a partire dal secondo quadrimestre dell’anno scolastico) in una piscina e struttura regolamentare ed adiacente a completamento del programma di educazione fisica.

In più, a tutti gli studenti della scuola media paritaria viene affidato un PC personale da usare a scuola per il lavoro individuale. 

All’interno delle attività curricolari Andersen International School inserisce inoltre i corsi di TEATRO, CORO, ICT e, per i ragazzi della scuola media, la coltivazione dell’ORTO, in occasione del progetto EXPO 2015.

Il nostro Auditorium è dedicato agli incontri con i genitori, agli eventi scuola- famiglia, conferenze, workshop e riunioni. 

La scuola offre anche numerosi corsi Extra-Curricolari di strumenti musicali individuali (flauto traverso, pianoforte, chitarra, batteria, violoncello e violino), Scherma, Ginnastica ritmica, Football e Basket, Teatro, Science Lab, Art Lab, Maths Lab, Scacchi, Cinese , Hip Hop, Newspaper club e molti altri.

Tutti gli studenti indossano una School Uniform e partecipano agli eventi scolastici proposti e organizzati dalla scuola. Alcuni fra questi: la mostra dei lavori fotografici, la mostra dei lavori di scienze, la serata degli Oscar, il Christmas Show, le esibizioni del Coro nei Teatri e nelle Cappelle di Milano, l’International Day, la Graduation di (Reception - Y6 - Y9) di fine anno in toga istituzionale, lo spettacolo del Dipartimento Creativo a Teatro e molto altro ancora.

Andersen International School offre inoltre un servizio Bus scolastico facoltativo aperto a tutte le classi.

 

 

 

ARTICOLI:

Andersen International School: una filosofia per crescere. Intervista doppia a due ex studenti

Più sport: alla Andersen Internationa School arriva il campo polivalente per calcio e tennis

Andersen International School: che cos'è il cooperative learning?

Intervista: perché scegliere l'Andersen International School?





Scrivi una recensione

21 Recensioni

di Elisa

“SODDISFATTA A META'”

Nostra figlia va ogni mattina volentieri a scuola perché il clima è sereno e la struttura ben organizzata e ben tenuta. La scuola pecca però su questioni importanti:
1) TRASPARENZA. A differenza di altre scuole internazionali NON è possibile vedere il curriculum degli insegnanti a cui affidi i tuoi figli e sapere che tipo di formazione hanno avuto o quali sono le loro esperienze pregresse. TUTTE le scuole internazionali all'estero mettono online queste informazioni e anche in Italia alcune lo fanno alla voce STAFF. Noi genitori non abbiamo chiaro nemmeno con che tipo di contratto vengono fatti lavorare gli insegnanti e non è possibile saperlo (o non in via ufficiale);
2) TOTALE ASSENZA DI COMUNICAZIONE COI GENITORI. La scuola vede nei genitori dei "potenziali" nemici e quindi respinge al mittente qualsiasi tipo di richiesta. Abbiamo avuto problemi con le divise scolastiche (per la qualità e i costi)e non c'è stata nessuna possibilità di confronto. Abbiamo chiesto di non abolire LA FESTA DEL PAPA' e DELLA MAMMA, e siamo stati ignorati al 100%. Per le riunioni con la responsabile didattica le rappresentati di classe devono annunciare con varie settimane d'anticipo quali temi vogliono affrontare e che domande faranno. Da lì in poi, nessuno può chiedere alcun nuovo chiarimento.
3) COSTI. Ogni anno lievitano in modo poco trasparente e le migliorie scolastiche vengono addebitate ai genitori. Il recente progetto della piscina, per esempio, ha giustificato un ulteriore aumento delle rette. La scuola è un'impresa - perfetto - ma dà veramente troppo peso al denaro. Quando è stato lanciato il progetto ORTO è stato chiesto ai nonni di metterlo in piedi e ai genitori di comprare a ogni bimbo una paletta o deglia attrezzi... In pratica, orto sì, ma solo se è a costo ZERO per la scuola.
4) MENSA. I bambini mangiano primo e secondo in un unico piatto, soluzione studiata per far mangiare entrambi i piatti ai bambini. In realtà mangiano meno, pasticciano il piatto e (forse) si risparma solo sul personale che lavora meno tempo.
5) L'anno scorso è stata allontanata dalla scuola una delle due dirigenti fondatrici dell Andersen. È stato un episodio molto spiacevole, mal gestito e che ha lasciato molti interrogativi aperti. I genitori hanno ricevuto un'amarissima lettera delle dirigente cacciata e le informazioni che abbiamo chiesto alla scuola hanno avuto una risposta solo parziale.
6) Il livello dell'insegnamento sta migliorando e la scuola pone più attenzione ai compiti, al potenziamento, agli insegnanti. Però, per esempio, i quaderni dei bambini traboccano di fotocopie: perché le insegnanti non fanno scrivere? Forse perché questo velocizza il loro lavoro ma i bambini scrivono poco.



  • Gentile Signora, Siamo dispiaciuti per il giudizio non interamente positivo da lei espresso. Dal momento che ogni critica rappresenta per noi un ulteriore spunto per migliorare il nostro servizio e che abbiamo molto a cuore la soddisfazione di chi si rivolge alla nostra scuola, la ringraziamo per averci segnalato le problematiche in oggetto. Riguardo ai suoi dubbi ci sentiamo però in dovere di rassicurarla su alcuni aspetti: La nostra mensa segue le linee guida fornite da Milano Ristorazione, società che garantisce il servizio di ristorazione scolastica a favore di numerose scuole pubbliche e private, e un menu seguito da un team di nutrizionisti che hanno come obiettivo quello di portare ai bambini una dieta buona, sana ed equilibrata. Accogliamo ogni richiesta di colloqui da parte dei genitori con gli insegnanti ed è stato costituito un orario di ricevimento settimanale. Per le questioni più importanti è anche possibile incontrare i coordinatori dell’area didattica di riferimento oppure richiedere un colloquio direttamente con la coordinatrice didattica. E’ vero che la nostra scuola è in costante espansione, sia per quanto riguarda il numero di famiglie sia per gli spazi a disposizione delle stesse, ed è per questo che il servizio viene costantemente arricchito di nuove proposte ( ad esempio il campo da calcetto e i nuovi spazi dedicati all'educazione fisica e al teatro). Il nostro corpo docente, è composto esclusivamente da personale altamente qualificato e competente che ha come primario interesse l’educazione e la formazione dei nostri alunni e a cui noi come scuola garantiamo (come lei capirà) un adeguato trattamento dei dati personali e informazioni riservate. La ringraziamo per aver indicato le sue perplessità riguardo l’aspetto della comunicazione, e considerandola nostra alleata, cercheremo di migliorare ulteriormente il servizio fornito con comunicazioni ancora più puntuali e cercando di porre maggior attenzione alle richieste presentate. Francesca Donzelli Communications Specialist Andersen International School
    Francesca
  • Condivido pienamente il giudizio di Elisa. Ho due figli iscritti attualmente alla Andersen ma è poco comprensibile quale motivo spinga una scuola con quelle rette a rifiutarsi di far conoscere ai genitori degli studenti (neppure dietro espressa richiesta) la qualifica e il percorso di studi degli insegnanti. Né i requisiti di selezione degli stessi. La privacy non c'entra assolutamente nulla. I dati personali degli insegnanti non interessano a nessuno se non entro i limiti di una doverosa informativa circa la loro effettiva formazione che non può essere un dogma ad esclusivo appannaggio della dirigenza della scuola. Il percorso di studi, il tipo di laurea e la qualifica delle persone che dovrebbero insegnare ai nostri figli dovrebbero essere resi disponibili prima dell'inizio di ogni anno scolastico in modo che ciascun genitore possa svolgere le proprie valutazioni. Da una scuola che si vanta di essere eccellente questa mancanza di trasparenza è davvero inspiegabile e poco lungimirante soprattutto in una città come Milano che presenta una vasta ed eccellente offerta educativa.
    Anna
  • Ringrazio la scuola per avermi risposto. Non vedo però accenni alla questione curriculum degli insegnanti: la privacy non è un problema in altre scuole internazionali, basta guardare i siti per trovare online i curriculum. Perché noi non possiamo avere notizie nemmeno se le chiede la rappresentate di classe? Secondo il regolamento COBIS, a cui siete affiliati, queste informazioni possono essere richieste. Qual è il segreto se, come dite, viene fatta un'accurata selezione del personale? È vero, la scuola riceve per eventuali colloqui: ma quali sono le risposte? Chiunque frequenti la Andersen sa perfettamente che non otterrà nulla, NULLA, se chiede qualcosa in più di ciò che viene stabilito dalla scuola stessa. E se insiste si sentirà rispondere «Può cambiare scuola se vuole». Riconfermo: è una BUONA scuola la Andersen ma le famiglie non hanno alcun peso, alcun diritto, alcuna possibilità di comunicare davvero. Infatti persino le rappresentati di classe, da regolamento, devono presentare un elenco delle domande con largo anticipo e accettare le risposte fornite. Non c'è dibattito. Resta anche il problema dei prezzi che lievitano di anno in anno e spesso non sono trasparenti (ogni tanto spunta qualche corso o gita in più da pagare). E confermo che i quaderno traboccano di fotocopie. Proprio di recente li ho mostrati a un'insegnate inglese che ora è in pensione, 25 anni di insegnamento in una buona scuola internazionale, e ha sbarrato gli occhi di fronte allo spessore del quaderno dovuto alle fotocopie incollate. TROPPE.
    Elisa
di Anna

“Poca trasparenza”

Condivido pienamente il giudizio di Elisa. Ho due figli iscritti attualmente alla Andersen ma è poco comprensibile quale motivo spinga una scuola con quelle rette a rifiutarsi di far conoscere ai genitori degli studenti (neppure dietro espressa richiesta) la qualifica e il percorso di studi degli insegnanti. Né i requisiti di selezione degli stessi. La privacy non c'entra assolutamente nulla. I dati personali degli insegnanti non interessano a nessuno se non entro i limiti di una doverosa informativa circa la loro effettiva formazione che non può essere un dogma ad esclusivo appannaggio della dirigenza della scuola. Il percorso di studi, il tipo di laurea e la qualifica delle persone che dovrebbero insegnare ai nostri figli dovrebbero essere resi disponibili prima dell'inizio di ogni anno scolastico in modo che ciascun genitore possa svolgere le proprie valutazioni. Da una scuola che si vanta di essere eccellente questa mancanza di trasparenza è davvero inspiegabile e poco lungimirante soprattutto in una città come Milano che presenta una vasta ed eccellente offerta educativa.



di Marta

“Thumbs up!”

Personale qualificato e attento, ambiente curato, e spazi perfettamente adatti ad accogliere i bambini. In più l'organizzazione di tutte le attività è impeccabile. Mamma soddisfatta e bambina anche!



di Simona mosconi

“tanta serenità!!!!”

Da mamma Andersen mi ritrovo nella descrizione fatta sul Vostro blog e posso aggiungere che mia figlia è serena ogni giorno che va a scuola ed ogni giorno che rientra e pensa che il giorno successivo sarà di nuovo lì e credo che questa serenità in periodo come questi sia davvero impagabile.



di Francesca

“Imparare divertendosi”

Sono una mamma della Andersen international School e sono veramente contenta di aver scelto questa scuola per mio figlio. Da quando l'ho iscritto va a scuola volentieri tutte le mattine e torna entusiasta raccontandomi delle attività svolte in classe sempre nuove e divertenti. Penso che sia questa la cosa più importante: imparare in un ambiente educativo ma che sia anche vivace e stimolante



di Giovanni

“Questa scuola fa la differenza”

Sono Giovanni, papà di un bimbo e di una bimba, che a giugno prossimo saranno alla Andersen da cinque anni lui e tre lei. Siamo arrivati da un'altra scuola internazionale di Milano, dopo un'esperienza molto negativa, soprattutto per il mio piccolo. La Andersen è stata una scelta azzeccatissima, invece. Mia figlia e mio figlio sono seguiti molto bene, in entrambe i curricula e la scuola sa fare squadra ogni volta che ci sono momenti delicati nel percorso educativo. Così si fa! E tra qualche anno questa scelta li avvantaggerà moltissimo rispetto ai coetanei.....scusate osservazioni competitive da papà!



di Valentina Marchetti

“Fantastica!”

Sono mamma di una bimba di 6 anni e un bimbo di 5 che frequentano da due anni questa scuola. Siamo arrivati alla Andersen dopo un esperienza a dir poco drammatica in un'altra scuola internazionale e sono felice finalmente di aver trovato la scuola che sognavo per la crescita dei miei figli.
Inutile ripetere ciò che già è stato scritto nelle altre recensioni, aggiungo solo che tante volte mi è venuta voglia di tornare bambina.



di Laura

“Scuola di prima scelta”

Questa scuola permette ai bambini di studiare in maniera accurata tutte le materie (persino il latino dalle medie), senza sottovalutarne l’estro creativo. Attività artistiche e didattiche si uniscono facendo divertire i bambini!
L’accoglienza è ottima e l’edificio, circondato da un ampio giardino, è ben protetto. Un locus amoenus per i nostri figli, con l’orto e l’area ricreativa all’aperto.
Insomma la Andersen è una scuola di prima scelta!!



di Alexander

“The best international school in Milan”

The school curriculum offered by most english private schools is left-brain oriented. Science, math and English are glorified while art, music and sports are undervalued. The school system itself may be the reason why not all students are actively engaged in the learning process: there is a sense of lethargy that is developed in an academic environment.
But this doesn't apply for Andersen School, the only international school in Milan which adopts a learning curriculum that can challenge and stimulate all sorts of students regardless of their differences.
The school is close to Milan city centre, easily accessible, with kind and high-skilled staff and a very big garden where children can safely play and run.
I strongly recommend this school, I really think it represents the best choice for our children in Milan!



di Fari

“Ottima Scelta!”

Sono la mamma di un bimbo di 11 anni. Mio figlio frequenta la year 7 presso l'Andersen International School di Milano.
Andersen School e' una scuola fantastica. Il personale e' gentile, educato e sempre disponibile e gli insegnanti sono molto qualificati.
Gli spazi sono curati e adeguati ad un ambiente scolastico.
Mio figlio si trova molto bene e sta imparando davvero tanto.

Quando dovevamo scegliere una scuola internazionale a Milano, per mio figlio, essendo all'estero avevamo dei dubbi. Ma ora siamo convinti che abbiamo fatto la scelta giusta.
Raccomando vivamente questa scuola a chi intende mandare suo figlio in un ambiente educativo sano e coinvolgente. Sarebbe un'ottima scelta!