I BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA

 

16 MAGGIO 2017

“Mare, mare mare, ma che voglia di arrivare lì da te, da te…”

E niente, ai primi raggi di sole spuntati a maggio io ho iniziato a girovagare per la casa canticchiando questo evergreen di Luca Carboni. La primavera mi fa questo effetto. E dato che non avevo per niente voglia di andare in farmacia a prendere le goccine di vitamina D al mio bimbo, mi sono detta: la vitamina D te la faccio prendere eccome! Ma al mare seduto sulla spiaggia.

Complici anche i vari week end lunghi che il 2017 ci ha regalato, ho deciso di portare tutta la famiglia a Borgio Verezzi per il ponte del 1° maggio, un paesino piccolo piccolo della Liguria che si trova esattamente fra Finale Ligure e Pietra Ligure.

Per comodità, ho preferito cercare un residence per trascorrere tre giorni di relax in un comodo appartamento così da non scombussolare troppo i ritmi di mio figlio di 9 mesi. Dopo varie ricerche (disastrose!) sono riuscita a trovare la soluzione più adatta a noi soggiornando al Residence Le Saline.

Sentirsi a casa …. a due passi da casa!

Partendo dalla verdeggiante Brianza, per raggiungere Borgio Verezzi ci vogliono due ore e mezza in macchina, ma se vi volete anche disintossicare da automobili e traffico, il Residence è facilmente raggiungibile anche in treno: da Milano parte il diretto fino a Finale Ligure, e poi si fa il cambio con il regionale, una fermata è si arriva a destinazione. Le Saline, poi, sono proprio a due minuti a piedi dalla stazione: più comodo di così non si può!

Appena arrivati a Borgio Verezzi siamo stati accolti da uno splendido sole e la voglia di fiondarsi in spiaggia era tanta ma abbiamo preferito fare le cose con calma, fare mangiare il piccolo e poi riposarci un po’ per affrontare al meglio il lungo pomeriggio di coccole e giochi (e foto, foto, foto!). Il benvenuto ce lo ha dato Paola, proprietaria del Residence, che per il mio bambino aveva pensato proprio a tutto: seggiolone, lettino in camera con lenzuoline annesse e vaschetta per il bagno … insomma, non ho dovuto chiedere nulla! Le Saline hanno diverse tipologie di appartamenti, noi abbiamo scelto il monolocale per quattro persone dove siamo stati comodissimi: un divano letto matrimoniale, zona cucina, bagno e due grandi pouf che si trasformavano in letti singoli. Non mancava neanche il balcone con vista mare e piscina, una vera e propria delizia per gli occhi. 

 

 

 

Un residence adatto a tutti, grandi e piccini!

Le Saline sono state una piacevole scoperta, ci siamo trovati davvero bene. Nonostante siano degli appartamenti non si è mai lasciati soli, anzi. In reception c’è sempre qualcuno pronto a rispondere a dubbi o richieste e nella hall si trova anche il bar, sempre aperto, dove si può fare colazione, un buon apertivo o addirittura prenotare il pranzo se non si ha voglia di cucinare! Noi ci fermavamo lì la sera, a bere qualcosa e a scambiare quattro chiacchere con gli altri ospiti e lo staff! Ma questo Residence ha molto di più…infatti c’è anche uno splendido centro benessere (ahimè ancora chiuso perché bassa stagione e quindi non ho potuto utilizzare), una sala fitness con tantissimi attrezzi e addirittura un’enorme stanza giochi per bambini e ragazzi. Gli scivoli per intrattenere le piccole pesti si trovano anche fuori dove c’è un dehor per bere il caffè baciati dal sole. Una pecca? Troppo cemento!! Il prato è veramente piccolino … ma alla fine c’è il mare no? Che si trova giusto al di là della strada: basta passare dal sottopassaggio e ci si ritrova con i piedi immersi nella sabbia. 

 

 

 

Alla scoperta dei borghi più belli d’Italia

Ogni volta, io e mio marito, ce lo diciamo. Ce lo promettiamo. Mare e relax e basta. Ma poi è più forte di noi: cominciamo a smanettare al telefono per trovare gite, escursioni da fare e cose da vedere. E così è andata anche questa volta: zaino in spalla, con dentro il bambino, e via, alla scoperta dei borghi più belli d’Italia! Abbiamo fatto un meraviglioso aperitivo con vista a Verezzi, alla Torre Antica e poi ci siamo spostati per cena al ristorante Antica Società dove – sfortunatamente – non ci siamo trovati granché bene. Verezzi è un borgo piccolissimo ma davvero carino e caratteristico, ci sono dei negozietti davvero stupendi: personalmente sono entrata in un negozio di abbigliamento realizzato all’interno di una torre del 1400…wow! Quello che però merita in assoluto è la vista che toglie il fiato su tutta la costa.

 

 

Sulla strada del ritorno, invece, abbiamo scelto di fermarci per la seconda volta a FinalBorgo, il borghetto che si trova sopra Finale Ligure. C’eravamo già stati nell’estate 2015 in occasione della festa medioevale che consiglio a tutti di fare almeno una volta nella vita perché e fantastica: tutto si trasforma e sembra davvero di trovarsi in un’altra epoca … che con le parole si fa davvero fatica a descrivere. Sapevamo di fare una buona scelta tornarci e, infatti, le nostre aspettative non sono state deluse! FinalBorgo è sempre bello. Ci siamo fermati a rinfrescarci con un ottima birretta artigianale da Sensu (io ho scelto quella aromatizzata al lime…non male!) e poi pizza Al Castello … che bontà! Non c’era modo migliore per concludere un week end stupendo con la mia famiglia!

 

 Melissa Ceccon di Parole a Colori e Mamma che Ansia ( IG @mamma_che_ansia