C’era una volta … Lunii, e il contenitore magico di storie originali e divertenti inventate proprio dai bambini!

 

LUGLIO 2019

Fin da quando ero piccola, mi sono sempre circondata dai libri. Prima ancora di vedere in videocassetta qualche classico Disney, io dovevo leggerla la storia: volevo immaginarmi i luoghi, gli abiti delle principesse, le streghe cattive … e poi scoprire se, quello che la mia immaginazione aveva creato corrispondeva alla “realtà”. Sì, perché per me vedere dentro la televisione quello che avevo letto e pensato significava che … “esiste davvero!”.  Forse è grazie ai libri e alla mia passione per le storie che sono cresciuta un po’ sognatrice e sono convinta che l’immaginazione e la fantasia siano lo strumento più creativo che abbiamo, più di qualunque device che la tecnologia ci può offrire e, ora che sono mamma, cerco  in ogni modo di stimolare i miei bambini e aiutarli ad usare il più possibile l’immaginazione anche nei giochi.

Non sono una mamma con le fette di prosciutto sugli occhi però. So che la tecnologia oramai è parte integrante della vita di tutti noi e non posso – e non voglio – far crescere i miei bambini con la convinzione che tablet e tv siano il male assoluto, ma insegnare loro che fuori c’è molto di più. Che dentro la loro testolina ci sono mondi e giochi infiniti, storie stupende, personaggi pazzeschi, avventure mozzafiato alle quali possono accedere senza limiti, giorno e notte!

Lunii e la Fabbrica delle Storie portatile!

Già intorno all’anno compiuto del mio primo bimbo, ho preso l’abitudine di leggere insieme a lui, ad alta voce, i suoi libricini preferiti. Una routine serale che è oramai diventata la nostra coccola prima della nanna. Col tempo, però, ho cominciato a notare che  dopo aver sentito mille storie (ma sempre le stesse),  la sua fantasia ha cominciato a galoppare e c’era sempre qualche dettaglio nuovo su cui focalizzava  l’attenzione e da cui voleva far partire una nuova storia … e che io dovevo inventare!

Per carità, io falicissima eh… ma – ahimè – non sempre è facile creare avventure avvincenti quando si è stanche dopo una lunga giornata di lavoro, dopo le sempre infinite faccende di case e – nel mio caso - con un neonato bisognoso di mille e una attenzioni. Così, lo ammetto, ogni tanto la stanchezza ha preso  il sopravvento e ho detto al mio bimbo: “te la racconta domani una favola mamma, ok? Oggi finiamo questo libricino e andiamo a letto a dormire …”

E alè! Anziché contare le pecorelle per addormentarsi, si contano i sensi di colpa….

Ma adesso basta! E’ arrivata la svolta:  la Fabbrica delle Storie di Lunii, un prodotto di cui mi sono innamorata all’istante perché secondo me è geniale! Non solo è un contenitore di fantastiche avventure da ascoltare ma, la cosa che mi piace da matti, è che ad inventarle sono proprio i bambini!

Un’esperienza magica e innovativa, che coniuga la modernità con l’antica tradizione dei cantastorie. Praticamente il gioco che ho sempre desiderato per il mio bambino …

Storie a non finire inventate proprio dai bambini!

Ci sono Lisa e Leo, i due eroi protagonisti. Sarà lo stesso bambino a scegliere chi sarà il protagonista della sua storia selezionando il personaggio preferito semplicemente ruotando una manopola. Dovrà fare la stessa cosa poi scegliendo il luogo dove si svolgerà la storia, il compagno d’avventura e l’oggetto magico e …. abracadabra! La Fabbrica racconterà la storia che il bambino ha creato …. non è una meraviglia mums?

Il mio bimbo è stato felicissimo di ricevere questo regalo …. e vi posso assicurare che, anche se non ci sono immagini a colori o schermi da guardare, lui non si annoia mai! Si mette seduto tranquillo sul divano, aguzza le orecchie e si lascia trasportare dalla fantasia.

E poi, grazie alle combinazioni, sempre diverse, il bambino può ascoltare ben 48 storie differenti ma non è finita qui, ovviamente. La Fabbrica delle Storie, infatti, si può collegare al pc attraverso il cavetto USB così da poter accedere al Luniistore dove ci sono un’infinità di storie da scaricare, anche quelle specifiche della buonanotte, che noi abbiamo subito inserito nella nostra Fabbrica!

Un gioco, poco ingombrante e dallo stile davvero bello e semplice, che si può portare davvero ovunque: nello zainetto, per esempio, se dopo le mille corse nel prato si vuole rilassare un po’ ascoltando una storia o nella borsa del mare se dopo tuffi e nuotate, mentre si fa la merenda, ci si vuole immergere in un’avventura magica. Insomma, la Fabbrica delle Storie è il compagno perfetto, in ogni occasione, per i vostri bimbi soprattutto ora che siamo tutte in partenza per le vacanze …. in macchina, in aereo, in treno: come si combatte la noia di un tragitto lungo senza cedere alla tentazione del telefonino? Semplice, con le storie della Fabbrica …

 

Melissa Ceccon di Mamma che Ansia IG @mamma_che_ansia