Prendersi cura di bambini e neonati richiede tempo, impegno e attenzione. Scegliere prodotti giusti facilita la vita a mamma e papà e fa felice i bambini. Ma come orientarsi?

 

LUGLIO 2019

Qualche giorno fa il mio cucciolo ha spento la sua terza candelina! Un traguardo importante per lui perché questo è stato il compleanno che – ai suoi occhi – l’ha fatto diventare grande: a settembre comincerà la scuola materna e un nuovo capitolo della sua vita inizierà, con nuovi obiettivi, nuove amicizie e nuove scoperte. Insomma, questo compleanno andava festeggiato in grande stile!

Così, io e il suo papà, abbiamo deciso di organizzargli un piccolo party in giardino insieme a tutti i suoi adorati nonni, zii e cuginetti e al calar del sole …. via! A scartare tutti i regali. Vederlo emozionato e super felice di tutti i giochi ricevuti è stato davvero bellissimo … la sua felicità è la mia felicità. E so che su questo, sarete tutte concordi con me. Ma c’è una cosa su cui non transigo assolutamente e – ammetto – sono un po’ pignola: la quantità e la qualità dei regali. Sono convinta, da sempre, che non serve riempire i bambini di un sacco di giochi e giochini inutili e poco duraturi: molto meglio, a mio avviso, scegliere poche cose ma buone anche se non sempre è facile orientarsi nel mare magnum di articoli per bambini.

 

Scegliere i giochi per i propri figli … non è un gioco da ragazzi!

Da tempo il mio bimbo desiderava uno scivolo da mettere in giardino accanto all’altalena. Così i nonni si sono offerti di fargli questa sorpresa proprio per il suo compleanno e io non ho fatto obiezioni perché non posso che essere felice se il mio bimbo può giocare all’aria aperta in totale sicurezza. Ma, alla domanda: “che scivolo vuoi che gli prendiamo?” mi sono trovata un po’ impreparata. Ce ne sono talmente tanti in commercio che sceglierne uno è davvero difficilissimo ma – dato che come vi ho anticipato sono un po’ pignola su queste cose – non mi andava nemmeno di risolvere il dilemma con “uno vale l’altro”.

Meglio in plastica, in ferro, regolabile, da fissare al prato? Dritto o ondulato? Con quanti scalini a salire?

Lo so, sembro un po’ paranoica, me ne rendo conto  ma finché si va al parchetto si gioca con quello che c’è. Quando però lo scivolo lo devi prendere per metterlo in giardino, cominci a pensare anche ai dettagli visto che magari, essendo in casa propria, il bambino potrebbe giocarci anche da solo … quindi si cerca quello più sicuro in assoluto. Ho provato a smanettare un po’ sul web alla ricerca dello scivolo perfetto ma dopo qualche ricerca mi è andata insieme la vista, e pure il cervello: ma quanti ce ne sono?!

Finché, ho scovato un sito che aveva tutte le risposte alle mie domande: Habu.it  

Per scegliere lo scivolo da regalare mi è bastato leggere un unico articolo dove ho potuto informarmi sulle varie tipologie, confrontare prezzi, capire qual’era il materiale migliore e le caratteristiche più adeguate all’età del mio bimbo. Praticamente, sembrava mi avessero letto nel pensiero.

Tempo due minuti e avevo scelto lo scivolo per il mio bambino. Ordinato, montato e nascosto sotto un telo …. non potete capire quando l’ha scoperto che faccia ha fatto! Non credeva ai suoi occhi.

 

 

E’ incredibile come, spesso, ci informiamo accuratamente quando dobbiamo prenotare un viaggio o comprare una macchina nuova mentre quando si tratta dell’acquisto di un prodotto per i nostri bambini diamo molte cose per scontate finendo magari per comprare il primo prodotto che ci capita sotto tiro, nei negozi oppure online, senza troppe domande. Ora che so che esiste questa guida all’acquisto super completa, mi ricorderò di consultarla sempre anche perché , ora che in famiglia c’è anche il nuovo arrivato, di cose che mi servono ce ne sono:  il seggiolone, per esempio, visto che quello del fratello è oramai passato a miglior vita, o la fascia porta bebé perché il cucciolini di casa è un bimbo ad alto contatto!

E dato che, oramai, orientarsi nel mondo dei prodotti per l’infanzia, è sempre più complicato perché ci sono moltissimi brand, diverse lavorazioni, differenti materiali di produzione e per noi mamme, ora, scegliere quello più giusto per i nostri figli è diventata un’impresa titanica. Avere a portata di mano una vera e propria guida all’acquisto secondo me è utilissimo. In un unico articolo potete leggere tutte le info di cui avete bisogno senza dover aprire mille pagine web e poi andare in confusione.

E quando c’è chi pensa a semplificare un po’ la vita di noi genitori, non si può che esserne grati.

 

 

 

Melissa Ceccon di Mamma che Ansia IG @mamma_che_ansia