......e passa da Donchisciotte!

 

20 NOVEMBRE 2017

A volte mi capita di guardare con una certa ammirazione il mio bambino, soprattutto quando si “perde” nei suoi momenti di gioco: gli metto davanti una bottiglietta di acqua di plastica e lui, tutto concentrato come se stesse facendo il lavoro più importante del mondo, gli mette il tappo. Poi lo toglie. Poi lo rimette. E quando ce la fa al primo tentativo con quelle sue manine cicciotte e un po’ goffe, mi regala un sorrisone magnifico. E io mi sciolgo come neve al sole: orgoglio di mamma.

I giochi dei bambini non sono giochi: bisogna considerarli come le loro azioni più serie”.

Lo diceva un certo Michel De Montaigne e io non posso che dargli ragione.

 L’ho capito adesso che ho un bimbo: ho capito che giocare è una cosa seria per lui e merita tutta la mia attenzione ma soprattutto, dato che di lavoro si tratta, merita gli strumenti giusti.

Perché – diciamocelo – basta con tutti questi giochi elettronici, in plasticone, tossici e che dopo una settimana sono già da buttare. Non se ne può più!

Quindi, quando mi è stato proposto di fare un mini tour guidato all’interno di uno dei più bei negozi di giocattoli di Milano ho fatto i salti di gioia!! Natale in anticipo … si va al DonChisciotte!

 

 

 

Credetemi se vi dico che mi si è aperto un mondo, perché è la verità. Non solo per la qualità dei giocattoli e per la loro tipologia, di cui tra poco vi racconterò, ma soprattutto per l’atmosfera che ho respirato entrando in questo negozio: serenità, ordine, organizzazione.

Di solito, correggetemi se sbaglio, i negozi di giocattoli sono confusionari, caotici, rumorosi … tutto è buttato lì a caso e i genitori devono rovistare tra un gioco all’altro senza capire cosa stanno per comprare al proprio figlio: troppa roba. Da DonChisciotte, invece, è tutto alla portata di tutti. I genitori possono aggirarsi per il negozio individuando facilmente la zona che più interessa (prima infanzia, giochi in scatola, costruzioni, giochi scolastici …) mentre i più piccoli, cosa secondo me fondamentale, possono provare alcuni giochi che sono messi a loro disposizione. Praticamente il paese dei balocchi!!

 

 

 

Io ho infatti individuato subito la mia zona preferita, ovvero quella con i giochi Montessori … la mia passione. Mentre il mio bambino, ovviamente, era già a cavalcioni su una macchina di legno! E sono riuscita a perdere pure il marito, che è finito direttamente nella sezione scienza dove ci sono un sacco di giochi adatti a bimbi della scuola per imparare a fare esperimenti: si è innamorato del Potato Clock, l’orologio digitale che bisogna far funzionare usando l’acidità di due patate. ( se fa il bravo fino a dicembre, magari glielo dico a Babbo Natale dai…). Insomma, questo per dirvi che questo negozio non solo fa la gioia dei più piccoli, ma riesce a far entrare in un altro mondo, magico, anche gli adulti!!

 

 

Ah, se avessi avuto una bacchetta magica per tornare indietro nel tempo, quanti giochi mi sarei comprata lì dentro!!

Ma ora eccomi qui a parlarvi del tema principale della mia visita a DonChisciotte, ovvero la qualità dei giochi.  Perché se pensate che un gioco vale l’altro … vi state sbagliando di grosso. Qui troverete moltissime marche, magari poco conosciute, tutte assolutamente firmate Made in Europe (Germania, Francia, Svezia, Italia … ): materiali assolutamente non nocivi, plastiche indistruttibili e lavabili in lavastoviglie, prodotti in legno di altissima qualità, caucciù naturale per i pupazzetti dei bebé…..e molto, molto altro ancora. Haba, Lilliputiens, Heimess, Kaloo sono solo alcune degli innumerevoli marchi che vi propone DonChisciotte!

 

 

 

Giocattoli scelti a caso? Assolutamente no. Fiere di settore e viaggi all’estero sono la chiave principale per la scelta dei prodotti che poi entreranno nelle camerette dei vostri bambini. E sapere che c’è qualcuno che gira il mondo alla ricerca del giocattolo perfetto mi ha reso più serena: in un certo senso è un po’ se Babbo Natale esistesse veramente!

 

 

Si sa, i bambini, soprattutto quelli ancora piccolini come il mio, che scoprono il mondo piano piano usando tutti i loro sensi, si divertono a mettere in bocca qualsiasi cosa per scoprire sapori, odori e consistenze: perché privare loro di questa scoperta solo perché tra le mani gli abbiamo messo un gioco scadente? La responsabilità è nostra. Loro, hanno solo il dovere di imparare giocando

E l’educazione attraverso il gioco è uno dei principali obiettivi di DonChisciotte, una catena di negozi nata nel 2009, che infatti sta portando avanti un fantastico progetto insieme alle scuole del milanese: Toys for School, mettendo a disposizione giochi educativi che possono andare ad aiutare i bambini in difficoltà, stimolandoli con attività mirate. 

OGNI COSA A SUO TEMPO…

Ai bambini diamo poco tempo per imparare concetti che dovranno utilizzare per tutta la vita. Pretendiamo di insegnare loro ad usare il computer senza magari aver mai spiegato perché esistono il giorno e la notte, senza a volte nemmeno averli mai fatti giocare con delle semplici forme colorate. Ogni età ha un giusto gioco; è errato far giocare bambini troppo piccoli con giochi non adatti alla loro età pensando che così crescano più in fretta. Avranno soltanto dei buchi nel loro processo di apprendimento e abbandoneranno presto il gioco. Insegniamo ai nostri bambini il buon gusto! Noi che abbiamo disponibilità economica, forniamo loro i prodotti giusti per un migliore apprendimento. Il mondo dei bambini è fatto di sogni che sicuramente sono positivi. Aiutiamoli a sognare!

E voi sognate insieme a loro!

 

Melissa Ceccon di Mamma che Ansia ( IG @mamma_che_ansia