Una buona fotoprotezione inizia dalle buone abitudini … e le buone abitudinI iniziano con i solari di ISDIN

GIUGNO 2019

Ebbene sì. Dopo un lungo – lunghissimo – inverno con il pancione, finalmente è arrivato il caldo (anche fin troppo!) e la tanto attesa estate … cioè la possibilità di portare al mare, per la sua primissima volta, il mio secondo bimbo di tre mesi appena compiuti e il suo fratellone, che scalpitava dalla voglia di giocare con la sabbia e fare il motoscafo in acqua con il suo papà!

Pronti partenza … via! Tutti al mare.

Ci siamo presi qualche giorno di vacanza per andare al mare, in Emilia Romagna, per un po’ di relax e tanto tanto divertimento. Va be’, relax è un parolone perché – lo sapete meglio di me – quando si va in vacanza con i bambini al seguito è difficile (se non impossibile) starsene ad oziare sotto l’ombrellone.

Ci sono castelli da costruire, conchiglie da trovare, secchielli da riempire e buche da scavare. E poi bisogna scappare dalle onde, dentro e fuori dall’acqua, tutto il giorno!

Prima il dovere e poi il piacere!

Adoro vedere il mio bimbo giocare e divertirsi e non l ho portato al mare per passare il mio tempo a dirgli “viene all’ombra”, “adesso vieni fuori dall’acqua”, “basta c’è troppo sole andiamo a casa”. No, decisamente no.

Al mare si va per stare al mare ma – ovviamente – bisogna essere previdenti e pensare a tutto, soprattutto alla pelle dei nostri piccoli che è molto più delicata della nostra. E anche a quella delle povere mamme che devono stare a cuocere sotto il sole tutto il giorno insieme ai propri bambini … risultato? Che la prima cosa che ci si scotta sono le spalle!

Quest’anno, però, mi sono organizzata al meglio anche perché con noi c’era il nuovo arrivato in famiglia che si esponeva al sole estivo per la primissima volta.

ISDIN: i solari amici delle mamme e dei bambini

Sinceramente, prima di avere dei figli, compravo i primi solari che mi capitavano sotto mano al supermercato. Con poco entusiasmo in realtà, perché oramai ero abituata ad arrossarmi subito e spelarmi dopo il secondo giorno di sole. Un disastro!

Una volta diventata mamma ho iniziato ad alzare le antenne cercando dei prodotti più validi, soprattutto per i bambini e la loro pelle delicata e pura. Ho scoperto le creme solari ISDIN, le conoscete? Ero un po’ scettica all’inizio, lo ammetto, perché non avevo mai sentito parlare di questo brand. Poi una mamma me lo ha consigliato e dato che sono convinta che solo una mamma sa di cosa ha bisogno un’altra mamma, mi sono fidata e ho acquistato alcuni prodotti per me e per i miei piccoli per la nostra prima mini vacanza al mare e devo dire che mi sono trovata non bene … di più!

Innanzitutto, io ho preso un bel colorino senza diventare color aragosta nonostante sia stata esposta al sole per un sacco di ore e – rientrata da oramai una settimana – la mia pelle non si è ancora seccata. Anzi!

E i miei due bambini, il grande in particolar modo, è rimasto sempre con la pelle protetta e idratata e non ha mai – vi giuro mai – fatto storie per mettere la crema!

No, non è che io abbia un bambino particolarmente bravo. E’ che il solare di ISDIN si applica davvero facilmente perché è a spray: l’erogazione è precisa, non lascia residui bianchi sulla pelle, si assorbe praticamente subito che quasi non c’è bisogno di spalmarla e non ha quel tipico odore stucchevole da crema solare e, soprattutto, non è oleosa la sabbia non si appiccia.

Tac! In un nano secondo il bimbo è pronto per andare a giocare. E poi devo dire che la Lotion Spray di ISDIN resiste bene all’acqua, ma comunque, da brava mamma premurosa, cerco sempre di applicare la crema più volte durante il giorno: questa crema, infatti, si può tranquillamente applicare anche sulla pelle bagnata e anche se poi vostro figlio si strofina con l’asciugamano veloce veloce per tornare a giocare, tranquille che la crema non si toglie.

L’esempio è il miglior insegnamento

Difficile spiegare ad un bambino che non è il caso di stare a giocare sotto il sole a mezzogiorno se poi noi per prime facciamo le mamme-lucertole che non si fanno scappare un solo secondo di abbronzatura!

Non è il mio caso, perché io non riesco a stare ferma sotto il sole per più di cinque minuti però sono convinta che l’esempio sia il miglior maestro di vita che possiamo desiderare per i nostri figli. Quindi tutti all’ombra, genitori compresi, quando il sole comincia a scottare; cappellini per tutti; e creme solari sulla schiena di tutti (anche quella dei papà, che di solito fanno gli eroi da spiaggia che loro non si scottano mai e poi la sera piangono sotto la doccia e ti chiedono se gli puoi prestare il doposole).

“Una buona foto protezione inizia dalle buone abitudini e le buone abitudini si trasmettono di generazione in generazione”. Questa è la filosofia del brand ISDIN e non posso che essere d’accordo. Non ho trovato delle creme miracolose, certo, ma sicuramente molto valide. Questo sì. Però ho comunque protetto i miei bimbi non esponendoli al sole nelle ore più calde, idratandoli il più possibile e coprendoli con magliettina e capellini con protezione ai raggi UV!

Io, in particolare,  ho prestato attenzione al mio viso … insomma, non son più ‘na ragazzina e il sole si sa – per quanto bello sia, non è proprio amico amico dell’eterna giovinezza. Quindi, ho usato per il corpo lo spray protezione +50, proprio come i miei bimbi ma adatto alla pelle di un adulto, e per il viso ho preso un ulteriore crema più specifica, il FusionWater sempre protezione +50, che è il primo fotoprotettore a base d’acqua e dove la quantità di componenti oleosi è ridotta al minimo. Ho fatto la stessa scelta anche per i faccini dei miei due bimbi che così rimanevano sempre freschi, idratati, asciutti … e ovviamente protetti!

Vacanza finita, si ritorna alla routine!

Questo per noi è stato un anticipo di vacanza meraviglioso, ci siamo divertiti e rilassati e adesso dobbiamo aspettare ancora un po’ prima di rivedere il mare. Ma anche a casa di certo non ci annoiamo, tra gite fuori porta, pomeriggi al parchetto e giochi in giardino! E ovviamente i foto protettori ISDIN ci accompagneranno per tutta l’estate perché la nostra pelle, e soprattutto quella dei nostri bambini, va protetta sempre in estate, non solo quando siamo in vacanza!

A volte non ci si pensa, e io per prima dalla fretta e dai troppi impegni, non ci faccio caso che la loro pelle viene esposta al sole anche durante una breve passeggiata verso il parco alle 9 del mattino oppure quando andiamo a trovare la nonna usando la macchina. Ma – sinceramente – chi ha il tempo di mettersi lì a spalmare creme su creme prima di uscire di casa quando non si è in vacanza? Io no, lo ammetto. Ma ho imparato a tenere il fotoprotettore spray ISDIN a portata di mano, in bagno, dove ho tutto il necessario per il cambio così … via … una spruzzata al volo e si può uscire senza problemi anche sotto il sole della città!

 

Melissa Ceccon di Mamma che Ansia IG @mamma_che_ansia